Il Comitato Olimpico Internazionale ha annunciato una serie di eventi sportivi virtuali che accompagneranno le Olimpiadi di Tokyo proponendo per la prima volta competizioni videoludiche. Si chiameranno Olympic Virtual Series e proporranno cinque differenti "sport" virtuali organizzati da altrettante federazioni sportive internazionali, tra cui anche la Fédération Internationale de l’Automobile che porterà come videogioco competitivo Gran Turismo, la famosa serie di simulatori di guida pubblicata su PlayStation.

Quest'anno durante le Olimpiadi che si svolgeranno a Tokyo ci sarà quindi anche spazio per gare virtuali che anticiperanno l'inizio delle competizioni vere e proprie: non si possono definire sport olimpici, ma faranno comunque parte dell'evento. Le Olympic Virtual Series avranno inizio il 13 maggio e proseguiranno fino al 23 giugno 2021. Oltre a Gran Turismo, altre quattro federazioni sportive internazionali porteranno i loro videogiochi: l'Union Cycliste Internationale porterà il simulatore di ciclismo Zwift, la World Baseball Softball Confederation porterà il videogioco di Konami eBaseball Powerful Pro Baseball 2020, la World Sailing proporrà il simulatore di regata Virtual Regatta e la World Rowing porterà un videogioco non ancora specificato (teoricamente legato al canottaggio).

Per il momento, però, i dettagli su queste competizioni sono pochi: al di là delle date, non sappiamo ancora chi si scontrerà in questi videogiochi, come (e se) sarà possibile partecipare alle selezioni, quali saranno i premi in palio e quali eventi saranno avviati per primi. Il CIO ha spiegato di voler divulgare maggiori informazioni molto presto. La direzione, però, è chiara: i videogiochi stanno entrando nelle Olimpiadi e federazioni estremamente importanti come la FIFA, l'International Basketball Federation, l'International Tennis Federation e la World Taekwondo hanno confermato la volontà di esplorare la possibilità di includere i rispettivi sport digitali nelle Olimpiadi.