126 CONDIVISIONI
16 Maggio 2016
18:20

Hackmeeting 2016: l’incontro annuale degli hacker quest’anno si terrà a Pisa

Il primo weekend di Giugno si terrà a Pisa la nuova edizione di Hackmeeting, il raduno periodico che dal 1998 raccoglie ogni anno le comunità del mondo delle controculture digitali.
A cura di Daniele Gambetta
126 CONDIVISIONI

Anche quest'anno si terrà Hackmeeting, il raduno periodico che dal 1998 raccoglie ogni anno le comunità del mondo delle controculture digitali. Per questa edizione la location scelta è il Polo universitario Fibonacci di Pisa, dove nei giorni del primo weekend di giugno (3, 4 e 5) arriveranno da tutta Europa centinaia di appassionati di informatica, media-attivisti, sviluppatori di progetti open-source, esperti di nuove tecnologie e non solo, perché ad Hackmeeting per “hacker” si intende molto di più.

“Gli hacker sono persone curiose” – si legge sul sito ufficiale dell'evento – “che non accettano di non poter mettere le mani sulle cose. Che si tratti di tecnologia o meno gli hacker reclamano la libertà di sperimentare. Smontare tutto per poi rifarlo o semplicemente per capire come funziona. Gli hacker risolvono problemi e costruiscono le cose, credono nella libertà e nella condivisione. Non amano i sistemi chiusi”. Insomma, non importa essere esperti in programmazione: per essere hacker l'importante è condividere lo spirito di curiosià e ricerca, riconoscere quell'etica “Do It Yourself” (DIY) nata e diffusa all'interno della cultura punk che mette in discussione il ruolo delle grandi case di produzione – informatiche, musicali, di informazione – per proporre una produzione dal basso critica e indipendente.

I temi che si affrontano ad Hackmeeting sono molteplici: privacy, sicurezza informatica, gestione dei dati personali, ma anche ad esempio biohacking, cioè l'hacking applicato alla biologia e alle scienze naturali, quindi ogm, biotecnologie e laboratori sulle identità di genere. Chiunque può proporre seminari o interventi da tenere durante i tre giorni, suggerendoli alla comunità tramite la mailing list di autogestione. Tra le conferenze già programmate una presentazione di Streampunk – un servizio di streaming online distribuito – e un incontro con il gruppo di ricerca Ippolita, che da anni studia le dinamiche sociali legate alla Rete e da poco ha pubblicato un nuovo libro, “Anime elettriche”, nel quale si indagano i mutamenti che Internet ha portato nella sfera affettiva e nei rapporti personali. È probabile che all'evento saranno presenti anche ospiti internazionali come già avvenuto in passato, quando sono stati presenti esponenti della scena hacker del calibro di Richard Stallman o Emmanuel Goldstein.

Dai gruppi di sviluppo di software libero ai mediattivisti delle comunità wireless (che proprio a Pisa da anni lavorano al progetto di rete wireless cittadina eigenNet), dai ricercatori ai semplici curiosi, ad Hackmeeting si incontreranno i rappresentanti di vari ambienti simpatizzanti per una cultura consapevole dei rapporti di forza, cercando di produrre insieme analisi e progetti utili alla collettività, per dirla con le parole di Primo Moroni, “condividendo saperi senza creare poteri”. “Tre giorni di seminari, giochi, feste, dibattiti, scambi di idee e apprendimento collettivo” – si legge sempre sul sito ufficiale – “per analizzare assieme le tecnologie che utilizziamo quotidianamente, come cambiano e che stravolgimenti inducono sulle nostre vite reali e virtuali, quale ruolo possiamo rivestire nell’indirizzare questo cambiamento per liberarlo dal controllo di chi vuole monopolizzarne lo sviluppo, sgretolando i tessuti sociali e relegandoci in spazi virtuali sempre più stretti. L’evento è totalmente autogestito: non ci sono organizzatori e fruitori, ma solo partecipanti”.

126 CONDIVISIONI
MOCA 2016: a Pescara la quarta edizione del campeggio hacker
MOCA 2016: a Pescara la quarta edizione del campeggio hacker
Gli uomini più ricchi del mondo hanno un passato da hacker
Gli uomini più ricchi del mondo hanno un passato da hacker
Google I/O 2016, tutte le novità dell'evento tra realtà virtuale, Android N e molto altro
Google I/O 2016, tutte le novità dell'evento tra realtà virtuale, Android N e molto altro
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni