whatsapp motore bufale

In questo periodo di festeggiamenti che si chiuderà con l'epifania di lunedì 6 gennaio 2020 è capitato — e capiterà ancora spesso — di ricevere su WhatsApp messaggi di auguri da amici e parenti, anche da quelli più remoti o quasi dimenticati. Complici le nuove tecnologie in effetti inviare un pensiero di auguri è diventato facile come premere un tasto sul telefono, nonché praticamente gratuito; in mezzo a tanti bei pensieri però tra le missive digitali in viaggio in questi giorni si stanno nascondendo messaggi malevoli: vere e proprie trappole contenenti collegamenti web che, se cliccati o toccati, rischiano di compromettere il telefono.

Il messaggio incriminato

La prima ondata si è manifestata su WhatsApp la notte di Capodanno, momento di auguri per eccellenza durante il quale si invia tradizionalmente un pensiero anche ai contatti meno frequenti. Proprio per questo motivo il messaggio malevolo — battezzato non per niente virus di capodanno — può sembrare legittimo, anche se bizzarro. A inviarlo può essere un numero già in rubrica o sconosciuto, mentre il testo anticipa solamente che il contatto in questione "ti ha inviato un messaggio privato!! Clicca ORA questo link per leggere il messaggio". Segue un collegamento seguendo il quale si apre il browser sulla pagina indicata.

Non cliccare sui link

Ricevere il messaggio in sé non comporta alcun tipo di infezione, a patto che il collegamento non venga seguito: la pagina alla quale porta è infatti infestata di banner pubblicitari che possono rallentare il telefono, iscrivere a servizi a pagamento o tentare l'installazione di malware più pericolosi. È importante dunque non toccare con il dito il link e se possibile eliminare il messaggio per evitare di cadere nell'errore in futuro. La tecnica di diffusione non è per nulla nuova, anzi si basa su un meccanismo già rodato, e distinguerla è facile. Innanzitutto la menzione di un messaggio privato dovrebbe insospettire — visto che la missiva ricevuta su WhatsApp è già privata di per sè. Un link a una pagina Internet spedito su WhatsApp dal nulla inoltre è un'altra bandierina rossa da non sottovalutare.

I siti pericolosi

Nei casi segnalati in questi giorni i siti in questione appartengono ai domini "touch-here.site" e "my-love.co", ma è bene diffidare anche in altri casi. Le festività del resto fanno abbassare la guardia a chiunque, e potrebbero convincere i destinatari che simili missive siano state inviate dal mittente in automatico e in massa, e che cliccare sui relativi link possa portare a un messaggio forse banale ma tutto sommato innocuo. Per evitare problemi meglio chiedere al proprio contatto se il messaggio inviato sia legittimo o sia stato inoltrato a sua insaputa.