I Bitcoin debuttano alla Borsa a Wall Street, alla New York Stock Exchange (Nyse). E' stato inaugurato ieri il primo indice interamente dedicato alla moneta elettronica crittografata e si chiama "Nyse Bitcoin Index" (Nyxbt), un indice che sarà il punto di riferimento per seguire l'andamento della valuta. Il valore che viene mostrato, secondo le informazioni rilasciate da Wall Street, in dollari e si baserà sulle transazioni in corso su specifici exchange che dovranno necessariamente rispettari gli standard imposti dalla Nyse.

Nella fase iniziale, il Bitocin Index si baserà sulle transazioni del Coinbase Exchange, il principale listino di Bitcoin negli Usa, su cui la stessa Nyse ha investito negli ultimi mesi. Il valore della moneta, quello che si definisce in gergo "fair value", verrà reso noto ogni giorno alle 16 orario di Londra, le 17 in Italia. Il Bitcoin Index sarà distribuito sul Nyse Global Index Feed e sarà reso pubblico per un periodo iniziale sulla pagina web del Nyse relativa agli indici.

"Il valore dei Bitcoin sta diventando rapidamente un dato di riferimento che i nostri clienti vogliono seguire qualora considerassero di fare transazioni, trading o investimenti su questi asset emergenti", ha dichiarato il Presidente del Gruppo Nyse Thomas Farley, secondo il quale il nuovo indice aumenterà la trasparenza di questo nuovo mercato.

Il nuovo indice verrà monitorato da una comitato apposito che avrà il compito di valutare regole e metodologie utilizzate durante l’analisi per assicurare che riflettano la natura reale dell’andamento del mercato dei bitcoin.

I Bitcoin fanno la loro comparsa nel 2009, la valuta venne creata da quello che, allora, era un perfetto sconosciuto che si usava lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. A differenza di quanto accade per le normali valute, i Bitcoin non ha bisogno di un ente centrale, infatti utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni, e sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali come la generazione di nuova moneta e l'attribuzione di proprietà dei bitcoin.

Dunque il mondo della finanza abbraccia i Bitcoin essendo proprio la Nyse una delle istituzioni finanziarie tra le più importanti al mondo. E di recente anche Goldman Sachs, una delle più grandi banche d'affari del mondo, ha investito in Bitocoin partecipando con 50 milioni di dollari al round di investimento in Circle, startup che vuole rendere più semplice l'utilizzo dei bitcoin per aziende e cittadini. Un interessamento che accresce la credibilità della stessa valuta dopo i tanti casi di truffa che si sono registrati nei mesi scorsi.