Forse per l'iPhone 12 bisognerà spendere qualcosa in più rispetto al solito. Secondo gli analisti della Barclays, il prossimo modello di smartphone della mela potrebbe non includere alcuni degli accessori che solitamente si trovano nella scatola. Le cuffie e il caricatore, infatti, potrebbero non essere venduti insieme all'iPhone 12, costringendo chi non li possiede a doverli acquistare separatamente. All'interno della scatola, sempre secondo gli analisti, si troverebbe quindi solamente un cavo che dal connettore USB di tipo C termina nel Lightning da collegare al telefono.

Se quindi possedete già un caricatore USB-C potrete utilizzare quello, altrimenti dovrete acquistarlo a parte. Stesso discorso per gli auricolari, una scelta che potrebbe avere a che fare con la volontà dell'azienda di Cupertino di spingere le vendite delle AirPods, la soluzione senza fili che però ha un costo decisamente più elevato delle classiche EarPods con filo. Per mettere a punto queste previsioni gli analisti di Barclays hanno contattato i fornitori di Apple, ma per capire se si riveleranno veritiere dovremo attendere il lancio previsto per il prossimo settembre.

Sempre secondo gli analisti, la produzione dei nuovi dispositivi della mela sarebbe in ritardo di circa 4/6 settimane rispetto alla scaletta iniziale e, in generale, alla produzione annuale di iPhone. Nonostante questo, però, il posticipo della presentazione sembra improbabile: forse assisteremo a un rilascio spalmato su più settimane, come già avvenuto nel 2018 con gli iPhone 8 e X. Sulle caratteristiche tecniche dei nuovi iPhone, però, non si sa ancora molto. I dispositivi dovrebbero proporre nuove forme più squadrate e simili a quelle degli iPad Pro ed essere caratterizzati da tre fotocamere e un sensore LiDAR per la profondità, già presente proprio sugli ultimi iPad Pro.