google francia multa concorrenza

La diffusione dell'epidemia da coronavirus nata in Cina sta causando preoccupazione in tutto il mondo, anche se in molti stanno reagendo alla minaccia in modo sproporzionato. Non stupisce dunque che le persone vogliano informarsi sulla malattia causata dal virus, e che per farlo scelgano le fonti di informazioni per loro più rapide da consultare — ovvero Internet e i motori di ricerca. Per questo motivo Google ha deciso di visualizzare un collegamento diretto a una raccolta estesa di informazioni sul coronavirus accessibile a tutti coloro che ne inseriscono le relative parole chiave nel motore di ricerca.

L'iniziativa è stata annunciata in queste ore e non è difficile intuirne il senso. Sul fenomeno infatti circolano ormai informazioni di ogni tipo: in mezzo alla copertura delle varie testate giornalistiche in tutto il mondo si nascondono informazioni su casi sospetti poi non confermati e teorie complottistiche di ogni genere, passando per persone che diffondono il panico pubblicando appositamente informazioni false. Cercare informazioni sull'epidemia in queste condizioni rischia di alimentare una psicosi che al momento non ha senso di esistere. Ecco perché inserendo su Google la parola "coronavirus" o altri termini che richiamino all'epidemia il motore di ricerca continuerà a fornire i risultati che ha sempre visualizzato nei giorni scorsi, aggiungendo però un collegamento a un compendio di informazioni verificate che può servire a rimanere aggiornati sulla situazione senza allarmismi dannosi.

La cura delle informazioni è gestita dall'OMS, che fornisce dall'inizio dell'anno tutti i dettagli sulla malattia da coronavirus insieme ad aggiornamenti sulla diffusione dell'epidemia nel mondo, ma purtroppo il servizio per il momento è attivo solo nella versione statunitense del motore di ricerca. Per gli anglofoni le informazioni sul nuovo coronavirus messe a disposizione dall'organizzazione mondiale della sanità sono comunque disponibili a questo indirizzo, mentre chi non mastica l'inglese può rimanere aggiornato sull'epidemia sulle nostre pagine per le ultime notizie o su quelle del Ministero della Salute.