16 Gennaio 2015
17:40

Il 3D senza occhiali sarà presto realtà

Alcuni ricercatori hanno scoperto un modo per creare grandi display in grado di mostrare immagini tridimensionali senza l’utilizzo di occhiali. Il sistema, creato da scienziati australiani, si basa su diversi laser in grado di inviare immagini differenti ad ogni occhio.
A cura di Marco Paretti

3D senza occhialini? Che fosse possibile era ormai risaputo da tempo, ma finora le tecnologie non permettevano di ottenere lo stesso effetto apprezzato nei cinema o a casa con le televisioni 3D. Alcuni ricercatori, però, hanno scoperto un modo per creare grandi display in grado di mostrare immagini tridimensionali senza l'utilizzo di occhiali.
Il sistema, creato da scienziati australiani, si basa su diversi laser in grado di inviare immagini differenti ad ogni occhio. Secondo i responsabili, la scoperta potrebbe portare alla creazione della prima insegna pubblicitaria 3D di Times Square, la famosa piazza di New York.

Il sofisticato sistema di laser permette di osservare lo schermo da diverse angolature senza perdere l'effetto 3D. L'idea arriva da una start-up australiana chiamata TriLite Technologies, che negli ultimi due anni ha sviluppato la tecnologia insieme all'università di tecnologia di Vienna fino alla creazione di un prototipo.
Per ora si tratta di un display davvero minuscolo di cinque pixel per tre, ma i ricercatori stanno già pensando alle prossime fasi. E stanno pensando in grande. "Stiamo creando un secondo prototipo che mostrerà le immagini ad una risoluzione più alta" ha spiegato Jörg Reitterer di TriLite Technologies "Il punto fondamentale è stato riuscire a far funzionale la tecnologia laser, applicarla ad un display più grande non è un problema".
.

Ogni singolo pixel – in questo caso sono chiamati Trixel – è formato da un laser e da uno specchio mobile, con quest'ultimo che indirizza i raggi attraverso il nostro campo visivo da sinistra a destra. Gli spettatori devono trovarsi entro un certo raggio dal display, altrimenti vedranno solamente un'immagine in due dimensioni.
Questo raggio, sottolineano i ricercatori, può essere modificato a seconda delle occasioni. Il nuovo schermo, inoltre, può fare in modo che uno spettatore in movimento possa osservare l'oggetto da più punti di vista. Per questo, però, servirà un formato video differente da quello attualmente sul mercato. Il lancio commerciale è previsto per il 2016.

Samsung Project Beyond, la videocamera 3D per la realtà virtuale
Samsung Project Beyond, la videocamera 3D per la realtà virtuale
RideOn, gli occhiali da sci con la realtà aumentata [VIDEO]
RideOn, gli occhiali da sci con la realtà aumentata [VIDEO]
RideOn, gli occhiali da sci con la realtà aumentata
RideOn, gli occhiali da sci con la realtà aumentata
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni