Un anello realizzato scolpendo un intero diamante verrà messo all’asta per un valore di partenza che si aggirerà tra i 150.000 ed i 250.000 dollari. La particolarità? È stato realizzato dal designer di Apple Jony Ive. Non è la prima volta che il designer dell’azienda fondata da Steve Jobs si interessa agli “oggetti di lusso”, del resto il concetto dei prodotti Apple è proprio quello di unire il piacere di possedere un oggetto di alto design con le funzionalità tecnologiche digitali.

Dal designer della Apple alla lotta contro l’Aids

Così dopo aver reinventato i cellulari è stata la volta degli Apple Watch e già dal 2015 Apple pensa ad una linea di anelli digitali in grado di mettere in connessione tutti i dispositivi Apple e non solo. In questo caso, però, il suo designer di punta si è reso protagonista di una vera e propria asta di beneficienza. La realizzazione dell’anello – in pratica un diamante intero scolpito appositamente – è stata concepita proprio per raccogliere fondi da destinare alla ricerca contro l’Aids. L’anello di Ive verrà messo all’asta il 5 dicembre a Miami. C’è chi vede già in questa iniziativa un segno del rilancio del progetto dei futuri anelli intelligenti della Apple, di cui si parla già dal 2015. Ma che difficilmente troverà conferma nell'iniziativa, assolutamente personale, di Ive.

La nuova frontiera dei gioielli digitali

Il brevetto dell’Apple Ring è stato depositato nel 2015, nell’ottica di realizzare una tecnologia sempre più indossabile ed in grado di tenersi connesso con tutti i dispositivi della società di Cupertino. Lanello conterrà display, microfono, fotocamera e sensori di movimento. Si sta pensando anche di rendere il Ring gestibile tramite sensori vocali, cosa che al lato pratico sembrerebbe la scelta migliore. L’idea è anche quella di rendere l’anello in grado di connettersi con qualsiasi dispositivo predisposto, basta che disponga di tecnologia Bluetooth o Wireless. Un esperimento precedente, ma forse meno ambizioso è stato quello di Ringly, della Ringly Luxe.