25 Marzo 2011
07:30

Il limite di articoli mensili del New York Times si può bypassare

Il New York Times online ha deciso di imporre un limite di 20 articoli gratuiti al mese. La protezione utilizzata, tuttavia, sembra essere particolarmente vulnerabile…
A cura di Mario Maaroufi

nytpaywallfullpage500

Vari quotidiani americani hanno deciso di limitare l'accesso alla versione online delle proprie pagine. Tra questi, come trattato di recente in un articolo, anche il prestigioso New York Times, che ha scelto di limitare l'accesso gratuito agli articoli online ad un massimo di 20 al mese. A quanto pare, però, il quotidiano avrebbe dovuto investire di più nel campo della sicurezza informatica visto che un hacker canadese è riuscito a violare la protezione del sito con sole quattro righe di codice.

Il modo scelto dal New York Times per bloccare l'accesso ai propri utenti è molto elementare: dopo il raggiungimento dei 20 articoli gratuiti al mese, viene mostrato un annuncio al centro della pagina che invita ad acquistare un abbonamento. L'articolo completo, però, viene comunque caricato, ma resta in parte oscurato dal banner e da una patina opaca che lo circonda. Insomma, qualcosa che i programmatori sparsi per la rete sono in grado di bypassare senza problemi, dato che si tratta di semplice codice CSS e Javascript. Gli utenti possono addirittura tentare due strade: usare Greasemonkey, il famoso plugin per Firefox, o Stylish. Il vero e proprio script è stato realizzato da David Hayes, che ha programmato il cosiddetto NYTClean, in grado di rimuovere i <div> del banner e rimettere in funzione la scroll bar facendo click su un normalissimo segnalibro.

A questo punto, viene spontaneo chiedersi se il New York Times stia lasciando aperte queste "falle" intenzionalmente. Ricordiamo, infatti, che gli articoli completi del Times resteranno comunque accessibili a coloro che troveranno i link sui vari social network. Sembra che il quotidiano stia facendo di tutto per cercare di guadagnare esclusivamente dai lettori fedeli, quelli che sarebbero disposti a pagare evitando di prendersi la briga di cercare trucchi per bypassare le protezioni.

Che ne pensate di questa politica?

Il sorpasso...di Huffington Post sul New York Times
Il sorpasso...di Huffington Post sul New York Times
Il New York Times online diventa a pagamento
Il New York Times online diventa a pagamento
Arianna Huffington vs il paywall del New York Times
Arianna Huffington vs il paywall del New York Times
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni