mark zuckerberg

Quando si parla di personalità di spicco del mondo della tecnologia, spesso vengono in mente curiosità sui primi approcci ad un settore che oggi queste figure stanno rivoluzionando. Quando è nata la passione per la tecnologia, per esempio, di Bill Gates e Steve Jobs? Oppure qual è stato il primo computer di Mark Zuckerberg, la cui creatura ha ormai modificato radicalmente il mondo in cui viviamo? A togliere quest'ultimo dubbio ci ha pensato proprio il CEO di Facebook pubblicando la risposta sul suo profilo ufficiale. Dove ha ovviamente utilizzato una funzione del suo social network per svelare la curiosità.

Il primo computer posseduto da Mark Zuckerberg è stato un Quantex 486dx dotato di sistema operativo Windows 3.1. Un approccio alla tecnologia che quindi è arrivato molto presto – ma non così tanto rispetto ad altri suoi "colleghi" – quando l'attuale CEO aveva solo 10 anni, nel 1994. Il Quantex 486dx era un PC basato su processore Intel 486 sul quale Zuckerberg ha mosso i primi passi verso la programmazione. A 12 anni ha appreso la programmazione in Atari BASIC dal padre: poco dopo proprio utilizzando questo linguaggio ha realizzato ZuckNet, una sorta di Messenger in grado di collegare lo studio dentistico del padre con la famiglia.

Visto l'interesse del figlio nei computer, il padre Edward Zuckerberg ha poi assunto David Newman come docente per delle lezioni private. Da quel momento per Zuckerberg è stato un percorso verso il cuore della tecnologia; al liceo ha realizzato un riproduttore di musica intelligente in grado di studiare le preferenze degli utenti per creare playlist personalizzate, un prodotto che al tempo ha attirato l'interesse di Microsoft e AOL, le cui offerte di acquisto sono però state rifiutate dal giovane Zuckerberg. Poi, ovviamente, ha cominciato a lavorare su quelle che in seguito sono diventate le fondamenta di Facebook.