In questi mesi di pandemia e restrizioni nei movimenti, condividere foto ricordo su WhatsApp può essere un modo per sentirsi più vicini a parenti e amici, ma a volte la piattaforma di messaggistica viene utilizzata anche in ambito professionale o semi professionale per lo scambio di materiali grafici. In entrambi i casi può essere utile sapere aggirare i sistemi di compressione che la piattaforma applica normalmente a foto e immagini, riducendole nel peso e nelle dimensioni e di conseguenza anche nella qualità: il trucco è relativamente semplice e consente di inviare foto e immagini alla stessa qualità con la quale sono state scattate o realizzate.

Quando si tratta di inviare un'immagine in effetti WhatsApp la pretratta con degli algoritmi che rendono il file risultante più leggero in memoria rispetto all'originale. In questo modo i telefoni impiegano meno tempo a inviare e ricevere il contenuto, e soprattutto lo spazio che quest'ultimo occupa sui preziosi server dell'azienda è minore; il problema è che al termine della procedura gli utenti si trovano con una copia che non è identica all'originale, ma peggiore. Tutto questo avviene automaticamente ogni volta che su WhatsApp viene spedito un contenuto utilizzando il menù per l'invio delle immagini, che però può essere aggirato.

Come inviare foto alla massima qualità su WhatsApp per Android

Gli smartphone Android offrono il sistema più semplice e immediato per aggirare il sistema di compressione delle immagini di WhatsApp. Per trovarlo basta visitare il menù degli allegati nell'app (quello contrassegnato dalla graffetta accanto alla casella di inserimento del testo) e scegliere la voce Documento anziché la voce Galleria. In questo modo l'app si impegnerà a spedire una copia esatta del contenuto, bit per bit, senza intromettersi con algoritmi di compressione. Trovare la foto da inviare sarà però più difficile: anziché la galleria dello smartphone, WhatsApp aprirà infatti il normale selettore dei file di Android, nel quale occorrerà orientarsi per trovare l'immagine o le immagini da mandare.

Come inviare foto alla massima qualità su WhatsApp per iPhone

Su iPhone il trucco più efficace per far credere a WhatsApp di voler inviare qualcosa di diverso da una foto consiste nel passare dall'app iBooks. Le foto vanno prima selezionate dal rullino ed esportate su iBooks, dove verranno salvate come documenti Pdf. A questo punto si può tornare su WhatsApp e seguire la stessa procedura per la condivisione su smartphone Android: le foto convertite appariranno nel selettore dei documenti; l'unico svantaggio è che il destinatario le riceverà nel formato Pdf, meno pratico dell'onnipresente Jpg.

Come inviare foto alla massima qualità su WhatsApp Web

La procedura da seguire su WhatsApp Web è la stessa di quella dei telefoni Android, con un vantaggio: qui il sistema di selezione dei file è il medesimo di quello impiegato per le foto, ed è sicuramente più familiare rispetto a quello che raramente viene impiegato all'interno degli smartphone Android. Per inviare le foto in formato non compresso basta trovarle nella memoria del computer e selezionarle per l'invio.