(Foto: Ariana Grande)
in foto: (Foto: Ariana Grande)

A quanto pare YouTube ha trovato la sua prossima hit di massa: si tratta dell'ultimo video di Ariana Grande, ovvero "Thank U, Next", che l'artista ha lanciato sulla piattaforma venerdì scorso nel corso di un evento in diretta che stando al team del servizio di streaming ha messo fuori uso parte dell'infrastruttura dedicata ai live causando ritardi nell'invio e nella visualizzazione dei commenti.

Anticipato da una campagna social orchestrata abilmente, il video è stato messo per la prima volta davanti al pubblico proprio nel corso della diretta — un lancio unico nel suo genere che, vista la popolarità dell'artista, ha attirato centinaia di migliaia di follower a lasciare commenti su un unico canale. Stando a quanto dichiarato da YouTube Music a The Verge, il numero di spettatori sintonizzati sulla pagina del live è stato infatti di 829.000.

Se rapportata all'ambito delle trasmissioni televisive la cifra può sembrare modesta, ma per un evento online di durata così breve è sicuramente impressionante, tanto più che gli spettatori collegati hanno tutti potuto e voluto far sentire la propria voce attraverso il sistema di chat in diretta integrato nella piattaforma. È proprio questa la componente andata in tilt nel corso dell'evento: con più di 500.000 commenti giunti online durante la riproduzione, il sistema posto a smistarli e farli arrivare in diretta all'interno della chat si è intasato, bloccando momentaneamente la pubblicazione in tempo reale.

Dopo ad aver messo fuori gioco momentaneamente il sistema di registrazione dei commenti nel corso della diretta, la clip ha continuato a macinare visualizzazioni anche al termine dell'evento. Ha totalizzato il maggior numero di visite nelle 24 ore dalla pubblicazione nella categoria dei video musicali (esclusi dunque i trailer cinematografici e altri contenuti virali) superando avversari del calibro di Eminem, Adele e Miley Cyrus, e a tre giorni dalla pubblicazione continua a generare entusiasmo: il contatore è arrivato a quota 90 milioni e non accenna a frenare la sua corsa.