(Fonte: https://twitter.com/sodcreate)
in foto: (Fonte: https://twitter.com/sodcreate)

Si potrebbe definire il generatore elettrico più bizzarro mai ideato, quello che è stato attivato settimana scorsa in Giappone: si tratta di una batteria di biciclette cavalcate da un pubblico maschile rigorosamente vergine e dotato di visori per la realtà virtuale alimentati con video a luci rosse. È accaduto nella serata di giovedì 14 marzo, ovvero in occasione del White Day giapponese, una giornata per certi versi assimilabile al San Valentino di tradizione occidentale; nel corso della dimostrazione, che si è tenuta nel distretto di Shibuya a Tokyo, l'energia prodotta è stata utilizzata per accendere per tutta la serata una grande luminaria a forma di cuore e illuminata a led messa al bordo della strada dagli organizzatori.

L'iniziativa fuori dal comune è stata ideata da Soft on Demand, una casa di produzione giapponese specializzata nella realizzazione di video a luci rosse e che per la dimostrazione ha richiesto esplicitamente la partecipazione di candidati immacolati, affinché l'entusiasmo provocato dalla visione delle clip ammiccanti facesse da motivatore per le pedalate necessarie alla produzione di energia. Non stupisce particolarmente dunque che al centro dell'esperimento siano state messe proprio clip prodotte dalla stessa Soft on Demand, anzi: l'intero evento non si è rivelato altro che una trovata pubblicitaria, e per questo frequentato da alcune delle attrici più in voga sotto contratto con la casa di produzione, che sono state probabilmente il vero motivo del successo dell'esperimento. Le attrici, riporta il Sun, si sono congratulate con gli atleti e hanno posato con loro per alcune foto, il tutto sotto lo sguardo di una folla di passanti accorsa nel corso della manifestazione.