L'Islanda potrebbe essere il primo paese ad effettuare consegne di lettere e pacchi tramite l'utilizzo di droni. Aha, la principale ditta islandese di acquisti e consegne online che offre servizi per ristoranti e alimentari si è da poche settimane affidata a Flytrex per consentire di effettuare spedizioni tramite drone. Nel dettaglio la partnership prevede inizialmente una fase sperimentale lungo la baia che separa le due parti della capitale Reykjavík che permetterà ai droni di consegnare posta e merce ordinata in Rete tramite droni che lanceranno i pacchi con il paracadute in zone dedicate per poi affidare la consegna al domicilio degli utenti tramite furgoni, moto e biciclette.

Nel frattempo l'azienda islandese Flytrex è in contatto con il governo del paese per tentare, entro la fine dell'anno, di ottenere la licenza per consentire ai quadricotteri di consegnare la merce direttamente fino all´indirizzo di recapito, senza la necessità di dover impiegare altri mezzi per le consegne. Come evidenziato dagli stessi responsabili dell'azienda specializzata nell'utilizzo postale di droni Flytrex, l'utilizzo di quadricotteri renderebbe più veloci le consegne in zone dell'Islanda che richiedono l'utilizzo di mezzi come piccoli turboelica dei voli interni o la strada quando praticabile.

L'Islanda infatti non dispone di una rete ferroviaria poiché a causa di vulcani, ghiacciai e geyser risulterebbe troppo costosa da costruire. Dalle prime stime diffuse dalla ditta Aha, l'utilizzo dei droni per le consegne consentirebbe di risparmiare fino al 60 per cento nelle spese di recapito. Il mercato mondiale della consegna di pacchi e posta via droni vale almeno 120 miliardi di dollari secondo Flytrex.