30 Giugno 2014
20:10

In Italia ci sono più smartphone che cellulari, il sorpasso è già avvenuto

In Italia ci sono già più smartphone che cellulari e il sorpasso è già avvenuto. Questo il quadro delineato a ItaliUp, l’evento dedicato al mobile organizzato da Ericsson, giunto alla 15° edizione.
A cura di Francesco Russo

A ItaliUP, l'evento annuale di Ericsson giunto alla 15° edizione che si è tenuto lo scorso fine settimana a Venezia, il quadro che viene fuori riguardo al panorama mobile del nostro paese è che in Italia ci sono più smartphone che cellulari. Questo a testimonianza del fatto che l'Italia è un paese con un forte debole per i dispositivi mobili, lo è stato con l'apparizione anni da dei primi cellulari, e lo è oggi con gli smartphone.

Lo studio che Ericsson ha presentato a ItaliUP, Consumer Lab, rivela in realtà che il sorpasso degli smartphone sui cellulari è già avvenuto proprio in questo anno, e le connessioni a Internet via mobile sono in crescita: +62% via smartphone (ogni giorno, secondo gli utenti intervistati), +28% da tablet. E secondo il rapporto questo dato è dovuto al fatto che sempre più persone accedono ai servizi via mobile e in questo caso a farla da padrone sono quelli di instant messagging, si è passati dal 20% di utenti del 2013 al 34% del 2014; crescono anche gli utenti che accedono ai social network, erano il 21% nel 2014, sono il 31% nel 2014.

Nunzio Mirtillo, CEO Ericsson Italia
Nunzio Mirtillo, CEO Ericsson Italia

E cresce anche il consumo di video online. Il 69% degli utenti Internet guarda brevi filmati online su base settimanale mentre un utente Internet su due guarda interi film o episodi Tv online. Questa tendenza traina la richiesta di avere una connessione Internet più veloce. Un italiano su 5 inoltre si dichiara disposto a sottoscrivere un abbonamento LTE entro tre mesi.

L'altro rapporto presentato che Ericsson ha presentato a ItaliUP  è il Mobility Report di Ericsson, secondo il quale entro il 2015 le sottoscrizioni mobili supereranno la popolazione mondiale. Oggi sono 6,8 miliardi. Nel 2016 quindi un utente su due nel mondo avrà uno smartphone e le connessioni machine-to-machine (M2M) sono destinate a crescere di 3-4 volte entro il 2019. Tutto questo genera una crescita esponenziale del traffico dati in mobilità, destinato ad aumentare di 10 volte entro il 2019, guidato anche dai servizi video.

Da lunedì questi smartphone non potranno più utilizzare WhatsApp
Da lunedì questi smartphone non potranno più utilizzare WhatsApp
VIRO, dall'Italia lo smartphone che si auto ricarica [VIDEO]
VIRO, dall'Italia lo smartphone che si auto ricarica [VIDEO]
VIRO smartphone teaser
VIRO smartphone teaser
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni