instagram filtro gentilezza

Il primo atto di Adam Mosseri da nuovo numero uno di Instagram, dopo le dimissioni dei due co-fondatori dell'app, Kevin Systrom e Mike Krieger, è quello di implementare l'intelligenza artificiale come ausilio per individuare meglio contenuti di cyberbullismo. Una piaga per l'app di condivisione di immagini e video molto usata dagli utenti più giovani, specialmente quelli di età compresa tra i 15 e i 24 anni. Attraverso un sistema basato su machine learning sarà più facile individuare immagini e didascalie evidentemente offensivi. Mosseri quindi adotta una modalità molto simile a quella adottata da Facebook, comunque integrato da un folto gruppo di "controllori" che manualmente verificano se i contenuti abbiano carattere violento o meno.

instagram cyberbullismo

Nelle scorse settimane si vociferava che alle porte, dopo le dimissioni dei due co-fondatori, Kevin Systrom e Mike Krieger, ci sarebbe stata per Instagram una sorta di "facebookizzazione". L'arrivo di Adam Mosseri, fedelissimo di Mark Zuckerber e artefice del news feed di Facebook, faceva presagire proprio questo. E come primo atto, Mosseri decide di adottare una strategia per contrastare il fenomeno del cyberbullismo, molto diffuso su Instagram, attraverso l'intelligenza artificiale. Una tecnologia di apprendimento automatico sarà in grado quindi di intercettare immagini e didascalie a contenuto violento.

"Il cambiamento ci aiuterà a identificare e rimuovere una quota maggiore di contenuti di cyberbullismo ed è un passo cruciale, poiché molte persone che subiscono o assistono a episodi di bullismo non li segnalano. Inoltre ci aiuterà a proteggere gli utenti più giovani della comunità, dato che gli adolescenti subiscono mediamente più episodi di bullismo rispetto agli altri", ha spiegato Adam Mosseri in un post sul blog ufficiale di Instagram. Si tratta quindi una modalità tutta da verificare.

Allo stesso tempo, Instagram tenta di infondere positività e ottimismo introducendo un nuovo effetto per la fotocamera orientato alla gentilezza e, appunto alla positività, chiamato proprio "Kindness camera effect". Il nuovo effetto viene lanciato con l'aiuto di Maddie Ziegler, star dei giovanissimi, modella di 16 anni, essa stessa vittima di cyberbullismo. Infatti, seguendola, si attiverà il nuovo effetto che ad ogni selfie agiungerà cuori sullo schermo mentre, usando la fotocamera posteriore, appariranno frasi e commenti gentili in diverse lingue.