Instagram sta iniziando a bloccare l'utilizzo di messaggi e video che si autodistruggono inviati attraverso i messaggi privati. La novità non è ancora giunta su tutti gli smartphone, ma stando a quanto riportato online dovrebbe essere solamente questione di tempo. Le testimonianze raccontano infatti che la ragione riportata dall'app per la disattivazione della funzionalità sono le nuove regole relative ai servizi di messaggistica in Europa. Il tema dell'incompatibilità di alcune funzioni dei servizi Facebook con le normative UE più recenti era già stato evidenziato all'interno delle stesse app, e fino a quando i due soggetti in campo non arriveranno a un accordo continuerà a sortire effetti sull'utilizzo di Instagram, Messenger e probabilmente WhatsApp.

I messaggi colpiti

A essere colpiti dal problema sono i messaggi privati, e in questo caso quelli temporanei, o effimeri: foto e video che — una volta spediti — si eliminano da soli dal telefono del destinatario dopo un determinato lasso di tempo. Su Instagram questi messaggi possono essere inviati tramite Direct e il mittente può scegliere se consentire un singolo ciclo di riproduzione da pochi secondi oppure una doppia visione — o meglio potrà farlo ancora per poco.

Online infatti si stanno moltiplicando i messaggi degli utenti che, dopo aver provato a inviare nei Direct messaggi di questo genere, si trovano davanti a una schermata di errore che recita: "Impossibile inviare questo elemento per le nuove regole relative ai servizi di messaggistica in Europa". In alcuni casi chi non è stato ancora colpito dal problema si trova di fronte a un altro tipo di errore: un messaggio — in fase di invio — che avvisa come il destinatario "non può visualizzare le foto e i video temporanei"; altri utenti non visualizzano alcun avviso, ma considerata la natura del problema si tratta di una questione di tempo.

La soluzione temporanea

Instagram sta ancora adeguandosi alla novità, motivo per cui chi desidera aggirare temporaneamente il blocco può rivolgersi a Threads — l'app del social dedicata esclusivamente alle chat nella quale questa limitazione sarà imposta probabilmente più tardi. Se però il gruppo Facebook non risolverà i problemi di compatibilità delle sue chat private con le ultime norme sulla privacy europee, potrebbe farne le spese anche WhatsApp: all'interno della piattaforma è infatti in arrivo una funzione dedicata ai contenuti multimediali temporanei, che potrebbe incappare negli stessi problemi incontrati da foto e video effimeri su Instagram.