Una delle conferenze principali di Apple, la Worldwide Developer Conference (WWDC), quest'anno non si svolgerà fisicamente in nessun centro congressi. Lo ha annunciato la stessa azienda di Cupertino, spiegando che a causa della diffusione del coronavirus la WWDC si svolgerà completamente online, sia per quanto riguarda la conferenza di presentazione di iOS 14 – e di tutte le altre novità per i consumatori – sia per quanto concerne le sessioni di mentoring che di fatto rappresentano il cuore dell'evento: si tratta infatti di una manifestazione pensata per gli sviluppatori di tutto il mondo, che possono interfacciarmi direttamente con i dipendenti della mela.

La decisione è stata presa a causa dell'attuale situazione sanitaria internazionale causata dalla diffusione del coronavirus in tutto il mondo. I dettagli su come si svolgerà questa inedita versione della WWDC online saranno svelati nel corso delle prossime settimane. Fino allo scorso anno, la WWDC si è tenuta a San Jose, dove l'azienda ha aperto il suo nuovo campus. Per controbilanciare il fatto che l'evento non sarà più fisico, Apple ha donato 1 milione di dollari all'amministrazione cittadina.

Solitamente la WWDC ha inizio con una conferenza nella quale vengono svelate le novità in termini di software – quindi iOS e tutti i sistemi operativi in uscita in autunno – e con la possibilità di vedere anche qualche annuncio hardware, come successo lo scorso anno. In seguito, la settimana procede con diverse sessioni dedicate agli sviluppatori interessati a lavorare nell'ecosistema della mela. Quest'anno, invece, si svolgerà tutto online, dal keynote alle sessioni. Quella di Apple è solo l'ultima delle decisioni in questo senso: anche Google ha cancellato la presenza fisica del suo Google I/O e Facebook ha fatto lo stesso per F8, seguito da Microsoft per Build. E3, SXSW, la Game Developers Conference e il Mobile World Congress sono stati cancellati a causa del coronavirus.