10 Marzo 2015
15:24

Isis, nasce 5elafabook: il social network jihadista

Lo scorso 3 marzo è stato lanciato online il sito web 5elafabook.com, un social network dedicato ai simpatizzanti e militanti dello Stato islamico che dopo poche ore dall’attivazione è stato bloccato. Attraverso ripetuti attacchi di tipo DDoS da parte di un gruppo di hacker il sito ha riportato per diverse ore l’errore 503, “servizio non disponibile”.
A cura di Matteo Acitelli

Lo scorso 3 marzo è stato lanciato online il sito web 5elafabook.com, un social network dedicato ai simpatizzanti e militanti dello Stato islamico che dopo poche ore dall'attivazione è stato bloccato. Attraverso ripetuti attacchi di tipo DDoS da parte di un gruppo di hacker il sito ha riportato per diverse ore l'errore 503, "servizio non disponibile".

Al momento il social network 5elafabook si presenta con una landing page dove si possono leggere alcune informazioni sul progetto: "5elafabook annuncia la chiusura momentanea al fine di proteggere informazioni e dettagli dei propri iscritti. 5elafabook è un sito indipendente e non sponsorizzato dallo Stato islamico. Il proposito è chiarire al mondo che non viviamo nelle caverne armati fino ai denti, non viviamo solo per uccidere e seminare sangue come i media ci dipingono, stiamo combattendo i nemici della religione di Allah, guidiamo il Califfato con il Corano e se Dio vuole guideremo il mondo. La nostra è una visione universale in cui i musulmani vivono in pace sotto la bandiera dell’Islam e le leggi della Sharia. Amiamo morire almeno quanto voi amate vivere e combatteremo fino all’ultimo uomo. Se dobbiamo morire allora il martirio è la nostra strada e le generazioni successive combatteranno fino alla vittoria o al martirio. Lo Stato islamico si espanderà a tutto il mondo".

Analizzando nel dettaglio i dati di registrazione del dominio del "Facebook dell’Isis" si scopre che il sito web 5elafabook.com è stato registrato dall'utente egiziano Abu Musab il 3 marzo 2015 tramite il provider americano GoDaddy.com. Questa informazione fa pensare, tanto che in molto credono che il social network dell’Isis sia una bufala. Il nome scelto per il social network jihadista non è casuale, 5elafabook è infatti collegato alla parola araba "Khilafa", califfato. Inoltre le lettere “kh” rappresentano anche il numero 5 in arabo. Prima di venir attaccato, il social network 5elafabook si presentava con aggiornamenti di stato, hashtag, sistema di following e diverse lingue tra cui inglese, tedesco, spagnolo, indonesiano, giavanese, turco e portoghese. La homepage del social network è inoltre accompagnata da un pulsante che collega il sito web all'account Twitter @5elafabook che il social network di microblogging ha già provveduto a sospendere. Lo scopo di questa piattaforma sarebbe legato alla volontà di ospitare gli oltre 46mila account di Twitter utilizzati negli ultimi mesi dai simpatizzanti dell'ISIS, un sito web per il reclutamento di foreign fighter in giro per il mondo.

Facecjoc, il social network che parla dialetto
Facecjoc, il social network che parla dialetto
Twitter, bloccati 10 mila account jihadisti
Twitter, bloccati 10 mila account jihadisti
Il codice del nuovo social network di Trump è copiato da un altro social network
Il codice del nuovo social network di Trump è copiato da un altro social network
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni