Lo youtuber e influencer James Charles è stato accusato nei giorni scorsi di aver inviato foto intime a un ragazzo minorenne e di averlo circuito a scopi sessuali. L'accusa è arrivata a mezzo social dal diretto interessato, che ha puntato il dito contro la celebrità del web in una serie di interventi su TikTok e Twitter. Alcuni dei post sono stati rimossi dai due social perché contenevano effettivamente materiale di nudo proveniente da Charles; quest'ultimo si è però difeso in queste ore affermando di essere stato rassicurato dal suo accusatore sul fatto di aver compiuto la maggiore età.

L'accusatore è noto sui social con il nome di Isaiyah, e ha effettivamente avuto interazioni intime con Charles: stando alla ricostruzione di quest'ultimo il primo contatto è avvenuto su Instagram, dopo aver visto il ragazzo tra i suoi follower; una volta aggiunto su Snapchat è iniziata una conversazione che ha portato all'invio delle foto da parte dello youtuber. A questo punto però le versioni di Charles e di Isaiyah divergono. Per il primo, Isayah ha iniziato a inviargli immediatamente foto di sé stesso assicurandogli di essere maggiorenne; Charles avrebbe risposto con foto proprie, e il ragazzo avrebbe ammesso la sua vera età solo successivamente portando all'interruzione dei contatti. Per Isaiyah le foto sarebbero arrivate immediatamente da Charles, la domanda sull'età non gli sarebbe mai stata posta e anzi sarebbe stato lui a dover specificare di avere solo 16 anni.

Con le dichiarazioni rilasciate, lo youtuber afferma di voler da ora in poi chiedere a priori un documento di identità a tutte le persone con le quali entra in intimità, ma la sua versione dei fatti continua a essere messa in discussione da Isaiyah sui social. Il ragazzo sta pubblicando ulteriore materiale a supporto del suo racconto, che però al momento non raccoglie prove schiaccianti sul nodo cruciale dell'età comunicata a Charles.