Il numero uno di Amazon, Jeff Bezos, potrebbe aver deciso di dare un'improvvisa accelerata al suo progetto più ambizioso – quello di riportare l'uomo sulla Luna. Nel corso degli ultimi giorni il magnate ha infatti venduto azioni della sua attività principale per un totale di 2,8 miliardi di dollari: a rivelarlo sono le informazioni della Securities and Exchange Commission statunitense, secondo le quali Bezos si sarebbe liberato da quasi due miliardi di dollari in azioni settimana scorsa, per poi venderne per altri 900 milioni appena qualche giorno più tardi.

Ancora al comando di Amazon

In realtà, secondo i piani precedentemente annunciati dallo stesso Bezos, ci si aspettava che il numero uno di Amazon si liberasse di appena un miliardo di dollari in azioni ogni anno, motivo per cui l'operazione è stata accompagnata da un crollo nel valore delle azioni, che in pochi giorni hanno perso circa il 7%. La vendita in effetti non ha precedenti, ma lascia comunque l'imprenditore saldamente al comando della sua creatura, dal momento che continua a controllarne il 10% circa delle azioni.

La destinazione dei proventi

Sulla destinazione della liquidità ricavata dalla vendita delle azioni però non c'è in effetti alcuna certezza: l'ipotesi più suggestiva e presa in considerazione dagli osservatori è che Bezos intenda reinvestire tutto nella corsa alla Luna (dove il numero uno di Amazon ha recentemente affermato di voler stabilire delle vere e proprie basi), ma i proventi potrebbero essere parzialmente destinati a un altro progetto ugualmente nobile: il Day One Fund, l'iniziativa a sfondo benefico avviata sul finire del 2018 per aiutare senzatetto, scuole e famiglie in difficoltà economiche.