8 Aprile 2013
18:05

Jusp, la startup italiana che lancia la sfida a Square

Il prossimo passo nel mondo dei pagamenti è la sostituzione dei classici registratori di cassa a favore di strumenti più versatili. Anche l’ Italia ha la sua proposta grazie all’ idea di una nuova startup.
A cura di Daniele Cretella

Il pagamento del futuro passa anche per l' Italia. Corrisponde ormai a circa un anno fa il debutto ufficiale di Square, l' innovativo sistema di pagamento che si candida a sostituire definitivamente i registratori di cassa all' interno degli esercizi commerciali, ma sembra essere già arrivato il momento di voltare pagina grazie all' idea di una nuova startup tutta italiana.

E' degli scorsi giorni, infatti, la notizia secondo cui Jusp, l' azienda italiana fondata dai venticinquenni Jacopo Vanetti e Giuseppe Saponaro, avrebbe ottenuto un finanziamento pari a circa 6 milioni di Euro da parte di Principia II Vertis Venture per la realizzazione di un nuovo accessorio per smartphone e tablet capace di effettuare pagamenti in mobilità attraverso carte di credito e bancomat (il collegamento avviene attraverso l' entrata delle cuffie). A differenza di quanto proposto da Square, il sistema offerto da Jusp sarebbe compatibile con la tecnologia Chip&Pin, capace di garantire una sicurezza nei pagamenti di gran lunga inferiore rispetto al servizio statunitense.

Intervistato dal sito italiano Wired, il fondatore di Jusp Jacopo Vanetti si è detto molto soddisfatto per l' interesse da parte degli investitori, dichiarando di aver dovuto addirittura allontanare altri investitori per evitare un' eccessiva frammentazione dei futuri ricavi. Con un investimento dalle dimensioni considerevoli come quello garantito da  Principia II Vertis Venture, Jusp è diventato una realtà, con la reale capacità di avviare la produzione del dispositivo dedicato ai pagamenti ed assumere personale competente per lo sviluppo del progetto (l' obiettivo è quello di arrivare a 30 collaboratori).

Per quanto riguarda la strategia di mercato, all' interno dell' intervista Vanetti ha dichiarato di voler iniziare la distribuzione all' interno del territorio italiano per poi estendersi in tutta Europa. Gli Stati Uniti non sarebbero al momento una priorità (anche se alcune partnership sarebbero state già proposte). Nessun dubbio invece sul prossimo passo dell' azienda: sostituire i registratori di cassa.

Loom, la startup che lancia la sfida ad iCloud
Loom, la startup che lancia la sfida ad iCloud
Loom, la startup che lancia la sfida ad iCloud
Loom, la startup che lancia la sfida ad iCloud
Pubster, la startup italiana che ti offre da bere
Pubster, la startup italiana che ti offre da bere
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni