A pochi giorni dalla notizia diffusa dalla testata giornalistica The Information secondo cui presto il produttore cinese Huawei presenterà un nuovo sistema operativo proprietario, oggi il CEO dell'azienda, Richard Yu, ha diffuso nuove informazioni tramite un messaggio postato sul suo profilo personale Weibo: "Huawei continuerà ad utilizzare Android finché Google manterrà open il sistema operativo e continuerà a fornire supporto per altri dispositivi".

Il produttore di smartphone non conferma ne smentisce i rumor degli ultimi giorni e non è quindi da escludere che entro qualche mese il progetto di realizzare il nuovo sistema operativo Kirin OS prenda forma. Attualmente i produttori che realizzato smartphone con sistema operativo Android hanno la possibilità di apportare piccole modifiche al software ma sono obbligati ad installare i Google Play Services. Il timore del team di Huawei è che in futuro il colosso di Mountain View voglia aumentare il controllo sul sistema operativo del robottino verde per velocizzare la distribuzione degli aggiornamenti e la rapida risoluzione delle vulnerabilità, diminuendo di fatto la libertà dei produttori di smartphone.

Non è tuttavia da escludere l'opzione diffusa nelle ultime ore dal Telegraph secondo cui Google continuerà ad offrire agli OEM la possibilità di modificare il codice del sistema operativo (AOSP) per poi concentrare l'attenzione verso un nuovo smartphone Google che potrebbe venir presentato entro la fine del 2016. Nella giornata di ieri è infatti trapelata l'indiscrezione secondo cui il team di Big G possa presto annunciare un nuovo dispositivo completamente Made in Google con sistema operativo Android N.