Kobe Bryant è stato una vera e propria leggenda della pallacanestro: è stato tra i pochi atleti – se ne contano una manciata nella Storia – capace di trascendere i confini della propria disciplina per toccare il cuore di chiunque l'abbia mai visto giocare, e non solo: anche chi non mastica di sport ha molto probabilmente sentito parlare di Black Mamba o si è lasciato incantare dai suoi movimenti in campo e dal suo carisma a 360 gradi. Per questo di Kobe Bryant – colosso dell'NBA scomparso tragicamente con la figlia in un incidente in elicottero nella nottata di ieri – si continuerà a parlare per sempre, e per lo stesso motivo in queste ore si stanno moltiplicando in tutto il mondo i tributi a lui dedicati. Tra questi omaggi non manca quello di NBA 2K20, l'ultimo capitolo della serie di videogiochi a tema cestistico che ha riservato una speciale dedica all'atleta visibile da tutti i videogiocatori.

Chi ha avviato in queste ore il gioco si è trovato infatti di fronte a un'immagine inusuale: la normale schermata iniziale di NBA 2K20 con in sovrimpressione una foto del giocatore in bianco e nero e una dedica che recita semplicemente: "Kobe Bryant, 1978-2020". La schermata è un semplice intermezzo che accoglie i giocatori al primo avvio del titolo – l'equivalente di un minuto di raccoglimento nel rispetto di una figura che ha fatto la storia del basket.

In quanto tale del resto Bryant è stato tra i protagonisti assoluti della serie della serie di videogiochi di 2K Games: uomo copertina nell'edizione 2K10, in NBA 2K17 è poi entrato a far parte dei giocatori Leggenda dopo il ritiro dell'anno precedente. L'omaggio di oggi si accompagna al tributo di milioni di fan in tutto il mondo – dal grande pubblico a personaggi di spicco in ogni ambito della società passando per aziende e personaggi del mondo dello sport: tutti senza parole per la scomparsa del campione.