Negli ultimi mesi le nostre auto hanno senza dubbio macinato meno chilometri del solito: tra il lockdown a marzo e aprile e le restrizioni delle ultime settimane tra regioni rosse, arancioni e gialle, il tempo che hanno passato immobili è stato decisamente maggiore di quello di un anno normale. E per un’auto, il fatto di restare ferma troppo a lungo è un problema: sicuramente dal punto di vista della meccanica (ad esempio con l’ossidazione dei freni, per cui è necessario un minimo di cautela in più quando si riparte dopo un lungo periodo di sosta), ma anche – e soprattutto – per quanto riguarda la batteria, vero e proprio “tallone d’Achille” delle automobili che restano parcheggiate. Perché con il passare del tempo qualsiasi batteria tende a perdere la carica, e se non viene ricaricata durante la marcia pian piano si “debilita”. Il consiglio degli esperti è quindi quello di evitare la scarica profonda, mettendo la batteria in carica di tanto in tanto soprattutto in occasione di stop prolungati. E poi mantenerla pulita, lubrificando poli e morsetti con grasso al rame per prevenire l’ossidazione.

Ma durante il periodo invernale i problemi si moltiplicano, perché la situazione è aggravata dal freddo: le batterie per auto lavorano in modo ottimale a temperature attorno ai 27°C, e man mano che la temperatura ambiente cala, calano anche le prestazioni perché le reazioni chimiche all’interno risultano “rallentate”. Eppure proprio nella stagione fredda la batteria è chiamata a dare il massimo: con il gelo la viscosità dell’olio motore diminuisce, e quindi lo sforzo che la batteria deve fare durante l’avviamento è maggiore rispetto al periodo estivo. E in più in inverno è necessaria maggiore energia anche per alimentare sistemi che durante l’estate non vengono utilizzati, quali gli sbrinatori e i sedili riscaldabili. E la batteria, sempre sotto pressione, ne risente ancora maggiormente. Così succede che a volte si apre l’auto, si inserisce la chiave, si tenta di avviare il motore… e invece ci si ritrova con la brutta sorpresa: batteria KO.

Si può provare a metterla in carica, o ad avviare comunque l’auto con un booster. Ma se la batteria non resuscita, l’unica soluzione è la sostituzione. E per provvedere non è necessario l’intervento di un carro attrezzi: bastano un computer o uno smartphone. Perché la soluzione più pratica e conveniente per sostituire la batteria è eBay, il cui marketplace è da sempre il luogo ideale dove trovare al giusto prezzo accessori e ricambi per il settore auto e moto, che poi arrivano direttamente a casa senza perdere tempo per andarli a ritirare. Tra le decine di migliaia di articoli dedicati al settore dei ricambi auto e moto, il marketplace eBay dispone di una vastissima offerta di batterie all’interno di una sezione apposita. Ce ne sono a disposizione più di 53mila di ogni prezzo e di ogni marca, su eBay si trova tutto il meglio del settore.

Grazie al filtro di ricerca che il colosso dell’e-commerce mette a disposizione, dove è possibile inserire modello e anno dell’auto, trovare la batteria migliore per la propria auto è semplicissimo: perché le batterie non sono tutte uguali e, oltre al brand, in fase d’acquisto bisogna considerare anche le caratteristiche tecniche. Serve una classica batteria a piombo-acido o una EFB (indicata per auto e moto con sistema Start&Stop)? Una batteria a gel (di solito utilizzata per veicoli molto potenti) o una AGM (più leggere delle classiche, e indicate per le moto)? Qualunque sia la batteria giusta, su eBay c’è, anche per quanto riguarda il costo (e molte sono offerte anche con spedizione gratuita). E se per caso la batteria acquistata è quella sbagliata, niente paura: grazie alla procedura di restituzione semplificata, effettuare il reso è più facile che mai.