178 CONDIVISIONI
Opinioni
25 Febbraio 2019
13:11

La Guardia Svizzera userà elmi stampati in 3D

Dall’uniforme tradizionale e storica delle guardie svizzere alla stampa 3D. È l’inusuale unione che lega le due realtà apparentemente distanti ma da oggi molto più vicine: le guardie svizzere inizieranno infatti ad utilizzare elmi realizzati grazie alla stampa 3D.
A cura di Marco Paretti
178 CONDIVISIONI

Tradizione e tecnologia. Dall'uniforme tradizionale e storica delle guardie svizzere alla stampa 3D. È l'inusuale unione che lega le due realtà apparentemente distanti ma da oggi molto più vicine: le guardie svizzere inizieranno infatti ad utilizzare elmi realizzati grazie alla stampa 3D. Un cambiamento importante se si pensa alla storia centenaria del corpo di guardia del Papa e della Città del Vaticano, che in questo lasso di tempo ha modificato gli elementi del proprio vestiario solo in alcuni casi e in maniera molto limitata. Il Morione, così è chiamato l'elmo della guardia, sarà invece d'ora in poi realizzato in PVC e stampato in 3D.

L'Uniforme di Gala – cioè quella più riconoscibile – fu progettata dal comandante Jules Repond nei primi anni del 1900 e si basa sui colori della famiglia Medici. Ma non è l'unica: a seconda dei ruoli le uniformi cambiano leggermente sia di forme che di colori. Ma il Morione è un elemento in comune tra tutte le guardia svizzere. Il cambiamento relativo agli elmi era già stato annunciato lo scorso anno con il passaggio al PVC, un materiale che poteva proteggere meglio le guardie dal sole, vista la loro esposizione prolungata ai raggi di luce. Gli elmi in materiale plastico sono infatti più indicati rispetto al metallo, il cui riscaldamento è ovviamente più rapido.

I primi 98 elmi sono stati recapitati in Vaticano lo scorso 22 gennaio, il giorno del 513esimo anniversario della fondazione della guardia. Per la loro realizzazione sono state effettuate delle scansioni degli elmi del 16esimo secolo e delle stampe della durata di 14 ore mediante una stampante 3D di HP. Gli elmi in ferro, invece, richiedevano una lavorazione di circa 130 ore. I nuovi elmi sono anche più leggeri (570 grammi contro quasi 2 chilogrammi), resistenti ai raggi UV e dotati di spazi per la ventilazione.

178 CONDIVISIONI
Giornalista dal 2002 specializzato in nuove tecnologie, intrattenimento digitale e social media, con esperienze nella cronaca, nella produzione cinematografica e nella conduzione radiofonica. Caposervizio Innovazione di Fanpage.it.
Pelle e ossa stampati in 3D per gli astronauti in viaggio per Marte: il progetto dell'ESA
Pelle e ossa stampati in 3D per gli astronauti in viaggio per Marte: il progetto dell'ESA
Ryzhik è il primo gatto al mondo con le zampe stampate in 3D
Ryzhik è il primo gatto al mondo con le zampe stampate in 3D
Il riconoscimento delle impronte di Galaxy S10 ingannato da un dito stampato in 3D
Il riconoscimento delle impronte di Galaxy S10 ingannato da un dito stampato in 3D
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni