11 Settembre 2014
19:18

La nuova Commissione Juncker crede nel Digitale e presenta due nomine

Jean-Claude Juncker presenta la nuova commissione che guiderà la nuova azione di governo comunitaria. E due nomine sono per il digitale. E sono Gunter Oettinger, commissario con delega all’Economia Digitale, e Andrus Ansip, uno dei 7 vicepresidenti, si occuperà del Mercato Unico Digitale.
A cura di Francesco Russo

Con la presentazione della nuova Commissione UE guidata da Jean-Claude Juncker prende il via ufficialmente l'azione di governo della nuova compagine comunitaria. Molti esperti di politica hanno fatto notare che nonostante siano tanti i nuovi volti della nuova Commissione, l'impostazione resta la stessa della precedente. Ma spicca in modo particolare il fatto che nella nuova Commissione siano presente due nomine che si occuperanno di digitale. Una novità assoluta per quel che riguarda il governo europeo.

Il tedesco Gunter Oettinger, già commissario per l'Energia nella Commissione Barroso, ottiene la delega all'Economia Digitale, e, uno dei sette vicepresidenti della commissione, l'estone Andrus Ansip, si occuperà invece del mercato unico digitale. Due nomine importanti che fanno intendere che la nuova commissione di Juncker vuole scommettere sul digitale, viste anche le sfide che attendono l'Europa proprio in questo ambito.

Gunter Oettinger, classe 1953, esponente della CDU, molto vicino alla cancelliera Angela Merkel, si occuperà dunque di espandere il digitale e di farlo crescere anche dal punto di vista economico. U impegno non da poco visto le sfide che ci sono davanti sotto il profilo dell'Agenda Digitale. Da questo punto di vista c'è molto da lavorare e non bisogna dimenticare le varie questioni che riguardano i grandi colossi tecnologici presenti in Europa, come Facebook o Google, per esempio, dalla questione della privacy, alla questione fiscale. Senza dimenticare l'altra grande questione legata al copyright. La nomina di Oettinger è stata fortemente voluta dalla Merkel, specie dopo lo scandalo del Datagate quando si scoprì che anche il telefono della cancelliera era stato spiato. Successivamente la Merkel affrontò direttamente il presidente Usa, Barack Obama, e addirittura estromise il capo della Cia di stanza a Berlino. Con la nomina di Oettinger la Merkel viole quindi avere un contatto diretto e vedremo come il commissario, noto per le sue posizioni a favore del commissariamento della Grecia, saprà portare avanti il suo delicato compito.

All'estone Andrus Ansip, uno dei sette vicepresidenti della nuova commissione, toccherà occuparsi del Mercato Unico Digitale e quindi di dare anche un nuovo regolamento allo stesso. Ansip avrà anche un ruolo di coordinamento con il commissario dell'Economia Digitale e con altri. Anche per lui il lavoro che lo attende sarà difficile e delicato.

Quello che appare evidente è che Juncker scommette sul Digitale e cercherà di mettere in pratica quelle che erano le sue linee programmatiche durante la campagna elettorale europea. Juncker vuole realizzare il mercato unico digitale che dovrebbe garantire, questa la sua promessa, "250 miliardi di crescita addizionale del mercato durante il mandato, così da creare centinaia di migliaia di posti di lavoro, in particolare per i più giovani, e una vibrante società basata sulla conoscenza”.

Insomma, programma ambizioso e interessante che mette al centro il Digitale come volano per la crescita dell'Unione. Certo non privo di difficoltà e sarà interessante osservare come si muoverà la nuova commissione.

Al via la nuova Anagrafe nazionale unica con il domicilio digitale
Al via la nuova Anagrafe nazionale unica con il domicilio digitale
Günther Oettinger, il nuovo Commissario UE pronto a fare la guerra a Google
Günther Oettinger, il nuovo Commissario UE pronto a fare la guerra a Google
Una donna alla guida dell'Agenda Digitale, è Alessandra Poggiani
Una donna alla guida dell'Agenda Digitale, è Alessandra Poggiani
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni