Con l'arrivo dell'attesissima nuova stagione di Game of Thrones non poteva mancare, puntuale come le tasse, una parodia a luci rosse pronta a cavalcare l'entusiasmo dei fan della saga (e dell'intrattenimento per adulti) alla vigilia della prima del 14 aprile. Il fenomeno delle parodie è tutt'altro che nuovo nell'industria del porno, anche se quella appena uscita si preannuncia come una delle opere più peculiari del genere; il titolo del resto — "Game of Bones 2: Winter Came Everywhere" — è già abbastanza esplicativo per chi mastica un po' di inglese.

Il film è prodotto da Wood Rocket, una casa di produzione di contenuti hard che ha già regalato al mondo parodie che prendono di mira opere del panorama pop come Legend of Zelda, Lego Movie, Jurassic Park, Dragon Ball Z e molte altre. Lo stesso Game of Bones 2, come suggerisce il titolo, non è che un sequel di una parodia realizzata ormai nel 2013; del resto con un vuoto di due anni tra la fine della settima stagione di Game of Thrones e l'inizio dell'ottava, era probabilmente inevitabile che il gruppo ritentasse la fortuna con una nuova uscita.

Il trailer disponibile su YouTube (non contiene volgarità ma è comunque meglio non seguire il link in ufficio o in pubblico) dà già un'idea di cosa sia possibile aspettarsi dal film, ovvero parrucche imbarazzanti, ambientazioni a basso budget, pessima recitazione e un uso spropositato di giochi di parole a sfondo hot che girano attorno ai nomi dei personaggi e delle ambientazioni della serie. Per le scene hard ovviamente il luogo da scandagliare non è il servizio di condivisione video di Google, ma la piattaforma a luci rosse Pornhub dove Game of Bones 2 è già disponibile da ieri in una versione ridotta da 30 minuti. Per mettere le mani sulla versione estesa occorre invece un abbonamento alla versione Premium del portale.