1 Agosto 2012
12:34

La sorella di Mark Zuckerberg ora lavora per Google

Google ha acquisito la startup Wildfire e dunque anche Arielle Zuckerberg, sorella di Mark Zuckerberg, impiegata come product manager proprio nell’azienda appena comprata da Larry Page.

Google ha appena confermato l’acquisizione di Wildfire Interactive, startup americana divenuta d’interesse per Mountain View per via del software proprietario di social advertising. La notizia è rilevante non solo perché la startup potrà aiutare il colosso delle ricerche a spingere sulla pubblicità, ma anche perché Wildfire ha una dipendente dan cognome ben noto: Arielle Zuckerberg, la sorella di Mark Zuckerberg, che è ora a tutti gli effetti una dipendente Google.

Arielle non ha mai voluto lavorare nel social network del celebre fratello, anche se Wildfire ha ovviamente stretti contatti con Facebook, così come con Twitter e gli altri social media.

Google non ha comunicato il valore dell'operazione di acquisizione, ma secondo alcune voci dovrebbe essere attorno ai 250 milioni di dollari. Secondo gli analisti, quella di Larry Page è una mossa azzeccata nella battaglia contro Facebook per la conquista della torta pubblicitaria sui social network: Wildfire può infatti contare su preziose informazioni sulle strategie di marketing e di prodotto di Facebook, che potranno essere adeguatamente sfruttate per lo sviluppo di Google+.

Randy Zuckerberg, l'altra sorella di Mark, ha commentato in maniera ironica su Twitter la notizia dell'acquisizione di Google:

Mark Zuckerberg insegna programmazione a sua figlia da quando aveva 3 anni
Mark Zuckerberg insegna programmazione a sua figlia da quando aveva 3 anni
Mark Zuckerberg prova a rassicurare gli azionisti, "Faremo più soldi di prima"
Mark Zuckerberg prova a rassicurare gli azionisti, "Faremo più soldi di prima"
Qualcuno dica a Facebook che il futuro in realtà virtuale di Zuckerberg non interessa a nessuno
Qualcuno dica a Facebook che il futuro in realtà virtuale di Zuckerberg non interessa a nessuno
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni