twitter shadow banning censura

Migliorare il clima delle conversazioni e delle interazioni che avvengono tra i propri utenti è una delle priorità di ogni piattaforma social che si rispetti, e a questo scopo Twitter sta per intraprendere un percorso di cambiamento abbastanza radicale. Dopo aver anticipato il divieto assoluto per i politici di pubblicare annunci sponsorizzati sulle sue pagine, nel corso del 2020 il gruppo sperimenterà delle modifiche sostanziali ad alcuni dei meccanismi che regolano i retweet, le conversazioni, le menzioni, gli hashtag e altri dei cardini sui quali si fondano gli scambi di messaggi tra gli utenti del sito.

Ad annunciarlo è stato Dantley Davis, ovvero il responsabile del design e della ricerca dell'intera piattaforma, che in un tweet ha specificato alcune delle novità che potrebbero apparire su Twitter nel corso dell'anno prossimo, almeno in fase di prova. Nello specifico, Davis ha parlato di uscire da una conversazione nella quale si è stati inseriti o dalla quale si desidera chiamarsi fuori; rimuovere determinati utenti da un flusso di tweet già iniziato; vietare di ricondividere specifici tweet; rendere visibili gli interventi desiderati solamente all'interno di particolari hashtag o liste di amici, e vietare alle persone di effettuare menzioni di un utente senza il suo permesso.

Si tratta di cambiamenti che hanno effettivamente il potere di migliorare la qualità delle conversazioni su Twitter (o per lo meno di interrompere sul nascere i confronti di opinioni tossici e privilegiare quelli costruttivi) e migliorare il clima che si respira sulle pagine del social. Al momento però si tratta solamente di ipotesi: intanto non è detto che queste caratteristiche verranno effettivamente messe tutte alla prova; inoltre, anche se succederà, spetterà comunque ai tecnici della piattaforma valutare l'impatto che ciascuna avrà — per capire se valga la pena mantenerle attive o ritornare allo stato di cose precedente.

Nel frattempo lo stesso Davis ha chiesto suggerimenti alla comunità su cosa vorrebbero aggiungere alla lista, e gli utenti online si stanno sbizzarrendo nei consigli: tra i più gettonati sono apparsi al momento il famigerato tasto per modificare i tweet già inviati e una funzione per raggruppare i thread automaticamente.