C'è chi continua a chiamarlo flop, ma l'Apple Watch non è mai stato così in salute. Non solo lo scorso anno è stato lo smartwatch più venduto al mondo, ma l'orologio intelligente di Apple è persino riuscito a mettere in difficoltà l'industria svizzera, superandola in vendite nel corso degli ultimi 12 mesi. Lo riporta Strategy Analytics, che spiega come Apple abbia venduto 31 milioni di unità nel corso dell'ultimo anno, con un incremento del 36 percento rispetto al 2018. L'industria orologiera svizzera, invece, ne ha venduti 21,1 milioni, con un declino del 13 percento.

Strategy Analytics ha raccolto questi dati da negozi e altri venditori: Apple non ha svelato quanti Apple Watch sono stati venduti ufficialmente nel 2019 all'interno della sua ultima trimestrale. "Gli orologi analogici restano popolari tra i consumatori più anziani" scrive l'azienda di analisi in una nota. "Ma i clienti più giovani si stanno avvicinando agli smartwatch e agli orologi intelligenti". Nel dato relativo alle vendite svizzere, peraltro, rientrano produttori conosciuti in tutto il mondo come Swatch e Tissot.

"I produttori tradizionali di orologi svizzeri, come Swatch e Tissot, stanno perdendo la guerra degli smartwatch" ha spiegato Steven Waltzer, un analista di Strategy Analytics. "L'Apple Watch rappresenta un prodotto migliore che fa leva sui consumatori più giovani che chiedono un elemento da polso digitale. La finestra che può consentire ai brand svizzeri di avere un impatto nel settore degli smartwatch si sta chiudendo". Nel frattempo l'Apple Watch si è rivelato essere il leader del mercato per quanto riguarda gli orologi intelligenti per diversi anni e già nel 2017 aveva superato l'industria svizzera nelle vendite di un singolo trimestre. Questo, invece, è il primo anno in cui lo smartwatch di Apple vende più di tutta la sua competizione analogica.