Lo smartphone pieghevole in lavorazione presso il produttore Samsung è uno dei dispositivi più attesi dagli osservatori nella storia recente del settore; probabilmente solo iPhone X ha generato più attenzione e indiscrezioni negli anni e nei mesi precedenti l'uscita, ma nel caso del prodotto coreano il suo successo potrebbe aprire la strada a un'intera nuova categoria di dispositivi. Finalmente la data di uscita si avvicina e per l'occasione il numero uno della divisione mobile del gruppo, DJ Koh, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Cnet che aiutano a comprendere la natura del dispositivo.

Il gadget, come suggerito dalle indiscrezioni trapelate nei mesi, sarà nella forma un tablet rettangolare composto da uno schermo in grado di ripiegarsi a metà su se stesso lungo l'asse verticale. Quando utilizzato in modalità tablet visualizzerà contenuti in modalità estesa, rendendo semplici le operazioni di multitasking; quando lo spazio a disposizione sarà minore (o durante il trasporto) l'aggeggio potrà ripiegarsi e funzionare ugualmente come uno smartphone. Resta da capire come gli ingegneri del gruppo abbiano lavorato sulla transizione da una modalità all'altra e soprattutto sul design del dispositivo, due aspetti in grado di trasformare una buona idea in un prodotto inusabile.

Da questo punto di vista nel corso dell'incontro Koh ha tenuto a specificare che il gadget arriverà sul mercato come un prodotto fatto e finito, utilizzabile fin da subito in modo intuitivo e pratico: "se l'esperienza d'uso non fosse all'altezza, non lo metteremmo in vendita". Il riferimento velato è al fatto che negli ultimi mesi numerosi produttori hanno premuto l'acceleratore dei loro reparti ricerca e sviluppo pur di arrivare velocemente a proporre uno smartphone pieghevole, tanto che secondo alcune voci di corridoio la cinese Huawei sarebbe stata pronta a superare a destra Samsung con un lancio a sorpresa per reclamare il titolo di prima sul mercato. Le dichiarazioni di DJ Koh sembrano invece voler rassicurare il pubblico sul fatto che il telefono avrà un suo senso di esistere fin dal primo giorno e dalla sua prima versione.

Per vederlo nella sua forma definitiva non dovrebbe volerci molto. Lo stesso DJ Koh aveva anticipato che l'ibrido sarebbe arrivato sul mercato entro la fine dell'anno, e la conferenza del gruppo dedicata agli sviluppatori cade proprio il 7 novembre; il fantomatico gadget potrebbe dunque essere protagonista di un annuncio per poi entrare in commercio l'anno successivo in tutto il mondo. Da una parte infatti non c'è alcuna certezza di vedere lo smartphone sugli scaffali italiani; d'altro canto sappiamo che la distribuzione ufficiale supererà i confini sud coreani per raggiungere anche le altre aree geografiche.