facebook messenger

Per accedere a Messenger sarà obbligatorio avere un account Facebook. È questa la novità che in maniera del tutto silenziosa il colosso di Menlo Park ha introdotto, rimuovendo, per i nuovi utenti, la possibilità di usare il servizio di messaggistica istantanea utilizzando il numero di telefono. A darne notizia è VentureBeat che ha anche ottenuto la conferma dalla società guidata da Mark Zuckerberg. "Se siete nuovi su Messenger, noterete che avete bisogno di un account Facebook per chattare con gli amici e contatti più vicini" è scritto nella mail con cui Facebook ha risposto alla testata. In questo modo Facebook vuole mantenere il login alla piattaforma come unico accesso al servizio. Nella mail infatti viene spiegato che questa decisione è stata presa proprio per il fatto che la maggior parte degli utenti usa Messenger accedendovi da Facebook. Non cambia nulla per tutti coloro che già usano Messenger senza avere un account Facebook, la novità è valida per i nuovi utenti.

Messenger si potrà utilizzare solo se si ha un account Facebook. Una decisione presa in sordina che deriva dal fatto che la società, questa la spiegazione data a VentureBeat, ha constatato che gli utenti accedono a Messenger per lo più da Facebook e non attraverso il numero di telefono, quindi effettuando un accesso del tutto slegato dalla piattaforma madre.

Era dal 2015 che Facebook permetteva agli utenti di effettuare l'accesso alla messaggistica attraverso un metodo che permettesse agli utenti di usare il servizio senza necessariamente avere un account su Facebook. Ma da oggi, per i nuovi utenti, il discorso cambia radicalmente. Il Centro Assistenza del servizio in effetti conferma la necessità di avere un account Facebook per usare Messenger.

messenger assistenza

Facebook potrebbe aver preso questa decisione con l'intenzione di dare seguito al processo di unificazione delle piattaforme che comprendono, oltre a Messenger, anche WhatsApp e Instagram. Il processo di unificazione nel corso dell'anno ha trovato diverse conferme, lo stesso CEO e fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, ne ha dato conferma all'inizio del 2019 quando ha dato la notizia dello spostamento della messaggistica verso il sistema di crittografia cifrata, introducendo il principio della interoperabilità tra le piattaforme. "Abbiamo intenzione di iniziare rendendo possibile l'invio di messaggi ai vostri contatti utilizzando uno qualsiasi dei nostri servizi, e poi di estendere tale interoperabilità anche agli SMS" scriveva Zuckerberg ormai un anno fa.