Anche se non siete fotografi o videomaker professionisti, sono convinto che almeno una volta avrete avuto la voglia di acquistare un drone oppure, almeno, ne avrete visto sicuramente uno volare. Si tratta di particolari dispositivi volanti, chiamati anche quadricottero (cioè con quattro eliche) controllati tramite radio o tramite WiFi, che i più tecnici definiscono APR, ossia Aeromobile a Pilotaggio Remoto. In soldoni, i droni con telecamera non sono altro che velivoli che è possibile controllare a distanza e che integrano una fotocamera, la cui immagine è generalmente trasmessa sul radiocomando o sullo smartphone o sul tablet, in modo da permettere il controllo dell'inquadratura e registrare video o scattare foto eccezionali.

I droni hanno senza dubbio aperto a possibilità incredibili, ma così come in qualsiasi altro settore tecnologico, nel mercato ne sono presenti talmente tanti modelli di quadricottero, che scegliere quello più adatto alle proprie esigenze è diventato molto complicato. Meglio acquistare un drone con telecamera integrata o un modello sul quale installare una GoPro? Ma, soprattutto, chi può pilotare i droni? E quali sono le caratteristiche tecniche da valutare prima dell'acquisto?

Per rispondere a queste e altre domande sul mondo dei droni, abbiamo pensato di scrivere questa vera e propria guida all'acquisto, nella quale non solo elencheremo i modelli che – a parer nostro – hanno il miglior rapporto qualità/prezzo, ma valuteremo assieme tutti i fattori e le caratteristiche tecniche da considerare per acquistare il migliore drone con telecamera per le proprie esigenze.

Regolamento ENAC: chi può pilotare un drone (e dove può farlo)

Prima di entrare nel mondo delle specifiche tecniche che contraddistinguono un drone da un altro, è importante fare il punto della situazione sulle regole imposte dall'ENAC in Italia, ossia l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile che regolamenta anche l'utilizzo di questi dispositivi. Perché se acquistare un drone potrebbe essere una pratica non difficilissima ed è possibile farlo anche nelle catene di elettronica comune, di certo non sarà possibile spacchettare il proprio quadricottero ed iniziare a farlo volare sui tetti della propria città. L'utilizzo di questi dispositivi è regolamentato da norme molto ferree, e chi non le rispetta rischia il pagamento di multe molto salate.

Sostanzialmente, in primis è importante chiarire che tipo di utilizzo si vorrebbe fare con il drone. Questi dispositivi possono essere utilizzati per scopo ricreativo o professionale, e c'è un'enorme differenza tra queste due categorie. I droni che si intende utilizzare per fini ricreativi, possono essere utilizzati in campi di volo aeromodellistica e non richiedono alcuna autorizzazione da parte dell'ENAC, ne l'iscrizione al Registro Nazionale. I droni utilizzati a scopo professionale invece, devono essere iscritti al Registro nazionale tramite il dito D-Flight e possono essere utilizzati (per operazioni non critiche) solo dopo aver compilato una dichiarazione o aver ottenuto un'apposita autorizzazione (per operazioni critiche). Inoltre, per poter pilotare un drone a scopo professionale, è necessario un attestato ENAC (una sorta di patente per drone) ed un'assicurazione. E non finisce qui: per alcune zone particolari, soprattutto quelle urbane, è necessario un nulla osta sull'occupazione dello spazio aereo.

Come se non bastasse, il regolamento ENAC impone ai droni dei limiti di peso non indifferenti. Per pilotare un drone professionale con un peso che varia tra i 2 e i 25 KG, sono necessari un certificato LAPL (Licenza di pilota di aeromobili leggeri) e un attestato rilasciato da uno dei centri di addestramento autorizzati ENAC. Le operazioni effettuate con i droni con peso inferiori ai 2 KG sono sempre considearate non critiche e devono rispettare le caratteristiche di inoffensivi imposte dall'ENAC. Infine, i droni con peso inferiore ai 300 grammi (ed è questa la particolare tipolocia che tratteremo in questa guida all'acquisto) non richiedono l'attestato anche se utilizzati a fini professionali.

Miglior drone con telecamera: come sceglierlo

Dopo aver chiarito, per sommi capi, il regolamento ENAC passiamo alle caratteristiche tecniche da prendere in considerazione prima di acquistare il miglior drone con telecamera per le proprie esigenze.

Valutare sempre il peso del drone

Valutare il peso di un drone è essenziale, non solo per via del regolamento imposto da ENAC, ma anche per la semplicità di guida che è proporzionale proprio al peso del velivolo. Il nostro consiglio, qualora si fosse piloti inesperti, è quello di iniziare con un drone molto piccolo ed economico, magari uno dei tanti mini-drone presenti in commercio, in modo da pilotarlo anche in casa ed iniziare a prendere familiarità con i controlli. Se non si sa pilotare, acquistare un drone molto costoso, grande o pesante potrebbe diventare più un rischio che un divertimento.

Meglio il controllo via radio o WiFi?

Tralasciando i droni bluetooth, che hanno un raggio d'azione di circa 10 metri, nel mercato è possibile acquistare due tipologie di drone: quelli controllati tramite radiofrequenza, oppure quelli controllati tramite WiFi. Questi ultimi, possono essere pilotati tramite uno smartphone, sul quale si vedrà l'immagine inquadrata della telecamera, ma hanno un raggio d'azione piuttosto ridotto. La situazione è molto diversa con i droni controllati via radiofrequenza, che possono allontanarsi anche per km dal comando ma che, in questi casi, potrebbero richiedere l'utilizzo di un GPS integrato, in modo da poter tornare alla base e poter garantire un volo più stabile.

Controlla l'altezza e la distanza massima

Prima di acquistare il miglior drone per le proprie esigenze, è importante controllare nelle specifiche tecniche la distanza e l'altezza massima che è in grado di raggiungere. Si tratta di un fattore molto importante, che bisogna valutare in base alle normative ENAC di cui abbiamo parlato poc'anzi.

Quanto dura la batteria di un drone?

Poco, ed è proprio una delle più importanti note dolenti di questi dispositivi. La maggior parte dei droni non professionali in vendita (che pesano quindi meno di 300 grammi) hanno un'autonomia di volo di circa 15 minuti, alcuni modelli arrivano a 20/30 minuti. È quindi importante acquistare un drone dotato di batteria intercambiabile, in modo da poter acquistarne delle altre ed utilizzarle sostituendo quella scarica. Inoltre, è importante ricordarsi che una batteria più capiente farebbe aumentare il peso del drone, e prima di acquistare il miglior drone con telecamera per le proprie esigenze, ha molta importanza anche valutare i temi di ricarica della batteria.

Meglio un drone 4K o FullHD?

Chiaramente i droni con telecamera 4K riescono a registrare immagini più dettagliate, ma la scelta della risoluzione influenza parecchio anche il prezzo d'acquisto ed è una scelta che dovrà essere fatta in base alle proprie esigenze. Se non si hanno particolari necessità, è consigliabile iniziare con un modello FullHD, in modo da non spendere cifre esorbitanti. Se invece si vogliono realizzare video con una qualità eccezionale, allora si potrebbe pensare all'acquisto di un drone con telecamera 4K (magari anche HDR).

Miglior drone con telecamera economico (a meno di 200 euro)

Una volta chiari i fattori da prendere in considerazione per valutare con cognizione di causa i migliori droni con telecamera per le proprie esigenze, iniziamo con la fascia più economica. Una fascia dove si possono trovare modelli molto interessanti, caratterizzati da un prezzo adatto a tutte le tasche.

YMXLJJ Drone Pieghevole

miglior drone con telecamera

Il YMXLJJ Drone è un modello pieghevole molto interessante, perché nonostante si tratti di un modello economico integra una telecamera grandangolare HD e un obiettivo con un angolo di visione di 120°. Il controllo avviene tramite WiFi ed è possibile vedere in tempo reale l'inquadratura tramite lo smartphone al quale è collegato. Dispone inoltre della funzione di ritorno automatico, per evitare di perdere il drone in volo, e la distanza massima dal telecomando è di circa 100 metri, in base alle condizioni ambientali. Il tempo di volo massimo è di 13 minuti e pesa meno di 300 grammi.

È possibile acquistare il YMXLJJ Drone Pieghevole su Amazon a partire da 89,39 euro.

Parrot Mambo Mini

miglior drone con telecamera

Il Parrot Mambo Mini è un mini-drone estremamente compatto e con un peso di soli 63 grammi. Si tratta di una sorta di "giocattolo" adatto a chi non ha mai avuto a che fare con questi particolari dispositivi, sul quale è possibile montare un cannone o una pinza, grazie ai quali è possibile sfidare i droni dei propri amici tramite dei giochi con la realtà aumentata. La batteria è da 550 mAh e garantisce circa 10 minuti di volo, la telecamera è HD stabilizzata e il controllo avviene tramite smartphone e WiFi, con i quali è possibile anche sfruttare la visuale FPV per vedere in tempo reale l'inquadratura. Il raggio d'azione è di circa 60 metri se controllato tramite il telecomando, oppure 20 metri se controllato con lo smartphone.

È possibile acquistare il Parrot Mambo Mini su Amazon a partire da 139,54 euro.

Miglior drone con telecamera di fascia media (a meno di 500 euro)

Continuiamo la nostra guida all'acquisto con i migliori droni con telecamera di fascia media. Si tratta della fascia di prezzo forse più interessante, perché con una spesa inferiore ai 500 euro è possibile portarsi a casa modelli con caratteristiche tecniche estremamente interessanti.

WALKERA RODEO 150

miglior drone con telecamera

Il WALKERA RODEO 150 è un modello molto particolare e differente dagli altri droni in commercio. Si tratta di un drone da gara, che integra un telecomando ed una batteria ricaricabile in grado di garantire un'autonomia di 8 minuti. Si contraddistingue dagli altri modelli di questa fascia per la sua incredibile velocità massima e per il peso di soli 159 grammi. Integra una fotocamera HDper la modalità FPV e viene controllato con un telecomando a radiofrequenza, incluso nella confezione, che utilizza la banda 5.8 GHz, ossia quella professionale.

È possibile acquistare il WALKERA RODEO 150 su Amazon a partire da 246,40 euro.

DJI Spark

miglior drone con telecamera

Il DJI Spark è un rivoluzionario drone di DJI, nonché il modello più piccolo. Pesa meno di 300 grammi ed è garantisce prestazioni professionali senza precedenti, per questa fascia di prezzo, tuttavia per usarlo richiede l’applicazione di paraeliche che ne aumentano il peso di circa 20 grammi, facendo così entrare in gioco le normative ENAC più rigide ma è possibile aggirare questo limite acquistando un kit di alleggerimento. La fotocamera è da 12 megapixel con gimbal a 2 assi ed è in grado di registrare video in FullHD con un'autonomia di volo di circa 16 minuti. Si può controllare tramite lo smartphone, oppure tramite un telecomando che ne aumenta la portata (venduto separatamente). Inoltre, il Dji Spark è stato uno dei primi "selfie drone" proprio per la possibilità di controllarlo tramite gesture.

È possibile acquistare il Dji Spark su Amazon a partire da 499,00 euro.

Migliori droni con telecamera di fascia alta (a più di 500 euro)

Terminiamo la nostra guida all'acquisto parlando dei droni con telecamera di fascia alta. Si tratta di modelli che utilizzano il meglio delle tecnologie ad oggi disponibili, ma la qualità – si sà – si fa pagare. Per questo abbiamo deciso di elencare i modelli che, a nostro parere, offrono il miglior rapporto qualità/prezzo.

DJI Mavic Air

Il DJI Mavic Air è la naturale evoluzione dello Spark, nonché uno dei modelli più venduti del mercato proprio per le sue caratteristiche tecniche e per il prezzo piuttosto contenuto. Integra una fotocamera stabilizzata su tre assi in grado di registrare video in 4K Ultra HD, con un bitrate molto elevato, e la distanza di trasmissione tramite telecomando è di ben 4 chilometri. Il telaio è pieghevole e, da chiuso, occupa veramente poco spazio. È in grado inoltre di scattare fotografie panoramiche, in volo, a 32 megapixel ed ha una batteria ricaricabile e rimovibile che garantisce un'autonomia di volo pari a circa 20 minuti. E così come lo Spark, anche il Mavic Air può essere controllato tramite gesture.

È possibile acquistare il DJI Mavic Air su Amazon a partire da 849,00 euro.

DJI Mavic 2 Zoom

migliore drone con telecamera

Il DJI Mavic 2 Zoom è un drone eccezionale, di tipo semi-professionale. La sua caratteristica è una fotocamera integrata e super stabilizzata da 12 megapixel in grado di registrare video in 4K Ultra HD, che può fornire una focale equivalente a 24 e 48 millimetri: in altre parole, è un drone dotato di uno zoom. Il bitrate massimo di 100 Mbps assicura video di altissima qualità, e il telaio pieghevole ne semplifica il trasporto. È inoltre dotato di sensori per il rilevamento degli ostacoli, con il quale eviterà qualsiasi cosa si mettesse tra il drone e la traiettoria di volo.

È possibile acquistare il DJI Mavic 2 Zoom su Amazon a partire da 1211,85 euro.