Il telo per proiettore è una superficie liscia dove poter proiettare le immagini di cartoni animati, serie tv e film attraverso l'utilizzo di un proiettore. In molte case, oggi, rappresenta una valida alternativa alla televisione. Infatti, questi schermi di proiezioni sono dotati delle tecnologie più avanzate in grado di replicare la stessa qualità di audio e immagini del cinema.

Data la loro diffusione, in commercio sono disponibili diversi modelli. Ci sono i classici teli manuali, molto semplici da installare, o gli schermi motorizzati che possono essere utilizzati grazie ad un comodo telecomando.  Se avete a disposizione un'intera parete da dedicare all'home cinema allora un modello fisso a parete 16:9 è quello che fa per voi, altrimenti optate per un telo avvolgibile con installazione a soffitto da tirare giù solo quando serve. Tra i teli per proiettori disponibili su Amazon  è possibile trovarne diversi di buona qualità con prezzi accessibili.

I migliori teli per proiettore: classifica

Qui di seguito troverete la nostra selezione i teli per proiettore. Per la scelta dei prodotti abbiamo tenuto in considerazione il rapporto qualità/prezzo e le opinioni degli utenti che hanno già acquistato il loro telo.

AYAOQIANG – Schermo di proiezione

schermo per proiezione

Il telo per proiettore Ayaoqiang è realizzato in poliestere. Ha uno spessore superiore rispetto agli altri teli, questo fa si che le immagini non vengano proiettate sulla parete che c'è dietro. I quattro lati dello schermo di proiezione sono dotati di un telaio per il fissaggio e sono forniti di ganci e un nastro biadesivo.

Misura 120 pollici ed ha un aspect ratio di 16:9. Lo schermo è adatto alla proiezioni sia avanti che indietro. È adatto alla maggior parte dei proiettori a LED, LCD o DLP sul mercato. Ha una risoluzione di 4K Ultra HD e un angolo di visione pari a 160 gradi.

pro: il prezzo è il più basso sul mercato

contro: il sistema di montaggio non è tra i più semplici

VidaXL – Telo per proiettore

schermo da proiezione

Lo schermo per la proiezione VidaXL è realizzato per il 30 % in Poliestere e per la restante parte in PVC. Il suo punto di forza è il sistema bloccante che permette di fermare il telo alla dimensione che si preferisce. In questo modo si adatta alla proiezione di film, serie tv ma anche videogiochi.

Le sue dimensioni per intero (compresa la cornice) sono di 160 x 90 cm, con un aspect ratio di 16:9. La cornice di colore nero migliora il contrasto tra i colori. Grazie all'angolo di visione di 160° è possibile avere una visione ottimale anche se si è seduti di lato.

pro: sistema di autobloccaggio

contro: non sempre il telo resta teso e completamente liscio

Provis – Telo avvolgibile

telo avvolgibile

Provis propone questo telo in fibra di vetro spalmato PVC, ignifugo di classe B1. È un vero è proprio telo professionale con retro nero per evitare che possibili fonti di luce disturbino la proiezione. Si tratta di uno schermo da muro avvolgibile ed è possibile ricreare il formato che più si preferisce.

Ha un angolo di visione di 160° con spessore del telo di 0,47 mm. Il cassonetto dove avvolgere il telo è in alluminio bianco e misura 86 x 92 mm e ha gli spigoli arrotondati. Misura 147 pollici e può riprodurre i seguenti formati: 4:3, 16:9 e 16:10.

pro: è un ottimo telo professionale con il miglior rapporto qualità/prezzo

contro: c'è un piccolo difetto di assemblaggio tra barra e telo che provoca una piccola onda nello schermo

Ghkjok – Telo portatile

telo per proiezione con cornice

Il telo portatile per proiettore Ghkjok è l'ideale per la presentazione dei progetti in ambito scolastico, universitario o lavorativo. La struttura è leggera e facile da trasportare. Il tessuto è in PVC di alta qualità, è dotato una una luminosità molto elevata e non fa nessuna piega.

Il rapporto d'aspetto dello schermo è di 4:3, 40 pollici. Ha un gain di 1.3. Può essere lavato a mano con acqua e sapone, l'importante è che venga asciugato subito.

pro: leggero e pratico per essere trasportato in uno zaino

contro: il sistema di bloccaggio può fare resistenza

Instaal – Telo per proiezione motorizzato

telo motorizzato

La soluzione Insmot è un telo motorizzato ad alta definizione pratico e semplice da usare. Nel pacco è incluso anche un telecomando RF per gestire le sue funzioni. Il montaggio della struttura può essere a parete o al soffitto.

Il telo è realizzato in PVC, con guadagno 1,0 e angolo di visione di 150°. Il retro della tela è nero per oscurare al meglio e offrire un contrasto delle immagini migliori. È disponibili in diversi formati: 1:1, 4:3 e 16:9. Dispone di un elegante cassonetto bianco dove si avvolge il telo.

pro: motore silenzioso e duraturo senza blocchi

contro: non può essere utilizzato in un altro formato rispetto a quello acquistato

Duronic – Telo con cavalletto

schermo duronic

Questo schermo di proiezione Duronic con supporto a treppiedi è facile da montare e può essere usato in qualsiasi luogo. Infatti, grazie al meccanismo di bloccaggio a molla sarà possibile sviluppare il telo in modo semplice e rapido.

Lo schermo è realizzato con una doppia tela con fronte grigio e bordi neri, assorbe la luce dalla parte posteriore permettendone l’utilizzo di fronte a finestre o pareti in vetro evitando qualsiasi riflesso indesiderato. Dispone di una superficie di proiezione di 86” ed è nel formato 4:3.

pro: grazie al supporto può essere usato a lavoro, in conferenza e a scuola

contro: ha un solo formato piuttosto piccolo

Powerextra – Schermo da proiezione

Powerextra - Telo Da Proiezione

Powerextra propone questo schermo per proiezione realizzato in poliestere flessibile. Questo tessuto permette di piegare il telo quando non serve senza lasciare pieghe. È perfetto per l'home theater e può essere usato per la proiezione su entrambi i lati.

Misura 120 pollici con un angolo di visione di 160°. Il suo aspect ratio è di 16:9, perfetto per una visione completa e senza distorsioni. Nella confezione sono inclusi 8 ganci bioadesivi e anche 2 funi per poterlo posizionare all'aperto.

pro: l'installazione è molto semplice e grazie ai ganci è facile tensionarlo

contro: rispetto agli altri teli ha una leggera trasparenza

Vamvo – Schermo per proiettore

Vamvo - Schermo Proiettore

Vamvo fornisce questo telo di proiezione con doppio supporto su treppiede che garantisce una maggiore stabilità. Sono forniti anche 9 ganci e 4 corde per fissare il telo dove preferisci, anche all'esterno. L'azienda fornisce anche una garanzia di 12 mesi per i suoi prodotti.

Le dimensioni del telo sono di 266 x 150 cm, con rapporto d'aspetto di 19:6 e angolo di visione di 160°. Perfetto da usare negli spazi ampi come saloni o sale conferenze.

pro: maggiore stabilità grazie al doppio supporto con treppiedi

contro: la struttura potrebbe rivelarsi troppo leggera per essere usata all'esterno

Gwendolyn – Schermo riflettente

Schermo riflettente

Gwendolyn propone questo telo per la proiezione perfetto per l'home theater. Ha un design compatto, può essere piegato agevolmente e portato in giro nello zaino. Il telo ha ben 16 fori così da poterlo fissare con i ganci e tenderlo al massimo. Può essere fissato alla parete anche con del semplice nastro bioadesivo.

Lo schermo ha un rapporto d'aspetto di 16:9, quindi è perfetto per vedere i film insieme a tutta la famiglia. Il suo angolo di visione di 160° permette di vedere le immagini proiettate da qualsiasi angolo della stanza.

pro: design compatto ed elegante

contro: i fori presenti sul telo potrebbero disturbare i cinefili

Ghkjok – Telo per proiettore

telo per proiezione ultra HD

Una soluzione valida e soddisfacente è rappresentata dallo schermo di proiezione Ghkjok realizzato in tessuto canvas, extra bianco. Supporto film in 3D e HD. È adatto per l'installazione a parete o anche al soffitto attraverso ganci, staffe o nastro bioadesivo.

Il rapporto tra le sue dimensione è di 16:9, ma è disponibile in svariate dimensioni. Ha un angolo di visione di 160° e un gain di 1,6. Il telo ha una capacità maggiore alla media di riflettere la luce e assorbire la luminosità.

pro: tessuto canvas, extra bianco e più luminoso

contro: prima di essere usato deve essere stirati perché presenta delle pieghe

Come scegliere il miglior schermo di proiezione: guida all'acquisto

Prima di acquistare un telo per il vostro proiettore e ricreare un vero e proprio cinema nel vostro salotto, bisogna capire quali sono le caratteristiche da analizzare. Sicuramente dovrete scegliere una dimensione che sia adatta alla stanza o alla parete che volete destinare a questo scopo, analizzare il rapporto d'aspetto del telo, il gain e infine, il tipo di installazione che preferite.

Tipologie di teli per proiettore

La prima cosa da valutare è la tipologia di schermo di proiezione che meglio soddisfa le vostre esigenze. Questi possono distinguersi per il tipo di installazione e per il loro funzionamento. Partiamo dall'installazione.

  • telo a parete/soffitto: questa è la tipologia più costosa. È un impianto fisso, quindi, va scelto solo se avete una parete da destinare interamente alla proiezione. Il suo vantaggio principale è che è fornita di una cornice che mantiene in tensione il telo senza creare pieghe o orecchie.
  • schermo su treppiedi: questa tipologia è molto usata per le presentazioni scolastiche o aziendali e poco in casa. È molto comoda da smontare e facile da portare in giro. Ovviamente le sue dimensioni sono ridotte.

Passiamo ora al tipo di installazione. Le principali modalità sono due.

  • telo motorizzato: la tipologia con motore è la più diffusa tra gli italiani. Ha innumerevoli vantaggi tra cui la facilità di installazione. Infatti, l'unico elemento da montare è la barra orizzontale motorizzata che può essere fissata a muro o al soffitto. All'estremità del telo è fissata un'altra barra in modo da mantenere ben tesa la superficie così da assicurarsi una visione di ottima qualità. Questi schermi possono essere controllati manualmente o con il telecomando.
  • telo manuale: sono i modelli meno adatti per l'home cinema perché la qualità è più bassa rispetto ai modelli descritti sopra. Si tratta del classico telo che può essere avvolto e steso manualmente. In genere, viene utilizzato per le presentazioni di slide o progetti scolastici. Ad ogni modo, se si sceglie con attenzione è possibile trovare delle soluzioni per soddisfare le esigenze di chi non ha a disposizione un budget molto alto.

Schermo curvo o piano

Gli schermi piani sono i classici schermi ed anche i più utilizzati. Quelli curvi, invece, sono più moderni. Diciamo subito che per i più non vi sono reali differenze tra le due tipologie. Alcuni non gradiscono gli schermi curvi perché ritengono che l'immagine subisca una strana distorsione simile ad quella 3D. Al contrario, c'è chi afferma che uno schermo piano non proietti le immagini in maniera corrette perché non sono tutte alla stessa distanza per gli occhi dello spettatore.

Colori della tela

Gli schermi per la proiezione sono disponibili in diversi colori. Questa caratteristica è molto importante perché non si tratta di una scelta puramente stilistica in quanto il colore del telone incide sulla qualità della visione. In commercio ci sono due alternative principali: il bianco e il grigio. Il telo bianco è il classico telo da proiezione usato sia per home theater che per le presentazioni in ambito lavorativo. Assicura la massima luminosità ai contenuti e alle immagini proiettate e allo stesso tempo non altera la loro dinamicità. Il telo grigio è più recente come soluzione e viene utilizzato principalmente per gli schermi più piccoli. Comunque, è molto utile perché migliora la profondità dei neri ed il contrasto con i grigi. Ad oggi, sono la scelta migliore.

Angolo di visione

L'angolo di visione di uno schermo di proiezione è molto importante perché determina il modo in cui il vostro pubblico, o voi stessi, vedrete le immagini proiettate. Per una visione perfetta, anche quando non si è esattamente di fronte allo schermo, l'angolo di visione dovrebbe essere di 180 gradi. In genere, comunque, si hanno dei buoni risultati anche con angoli di visione compresi tra i 120 e i 160 gradi.

Aspect ratio e cornice dello schermo

L'aspect ratio, o rapporto d'aspetto, di un telo per proiettore ci indica proprio la proporzione che esiste tra le due dimensioni del nostro telo: la larghezza e l'altezza. In commercio esistono infinite soluzioni e, in questo caso, non si tratta di scegliere qual è la migliore o la peggiore ma semplicemente valutare l'uso che ne dovete fare e lo spazio che avete a disposizione. Ovviamente il miglior risultato si otterrà scegliendo un telo con il medesimo aspect ratio del proiettore. La 1:1 è la soluzione utilizzata per presentare progetti scolastici o universitari ed ha la classica forna quadrata dei vecchi televisori. Il 4:3 è consigliato per le presentazioni che si tengono in ambienti piuttosto grandi come le sale conferenze in ambito lavorativo. Infine, il 16:9 o 16:10 è quello più gettonato per l'home cinema. È di forma rettangolare e si adatta meglio alle immagini che, in genere, sono proiettate in casa.

Per quanto riguarda la cornice è preferibile sceglierne una nera perché migliora il contrasto dei colori. Anche lo spessore è importante per minimizzare l'effetto delle pieghe.

Gain del telo

Il gain rappresenta la capacità di aumentare o diminuire la luminosità che proviene dalla fonte. Come nel caso dell'aspect ratio, non esiste una soluzione migliore in assoluto ma dipende dal contesto dove andremo ad utilizzare il nostro schermo. Ci sono schermi con un gain alto che sono utilizzati quando il luogo dove andiamo a proiettare è molto luminoso mentre gli schermi di proiezione con gain basso sono consigliati per luoghi più bui come l'ambiente domestico. In questo modo, non avrete picchi di luce al centro del telone e la visione sarà di altissima qualità.

Luminosità e contrasto

La luminosità di un telo ed il suo contrasto è molto importante per avere una proiezione ottimale senza immagini sbiadite. La luminosità viene misurata in LUX, maggiore è il contrasto migliore saranno le immagini. Se non ci sono particolari situazione di scarsità di illuminazione o eccesso di luce, un dispositivo compreso tra i 100 e  400 LUX va bene anche per l'uso domestico.

Materiale

Per una visione di ottima qualità è bene scegliere un telo per proiettore che sia realizzato con materiali raffinati. Questi devono garantire una buona trasmissione del suono e della luce. I materiali più utilizzati sono il PVC, la fibra in tessuto di vetro o il poliestere naturale.

Marca

Se vi state chiedendo dove comprare subito un telo per proiettore, la risposta è molto semplice. Potete acquistarli in tutti i negozi specializzati o anche online. Nella sezione dedicata di Amazon sono disponibili numerose tipologie di telo per proiettore con le relative schede tecniche e, soprattutto, le recensioni dei cinefili che ne hanno già acquistato uno. Se volete scegliere tra le migliori marche optate per una delle seguenti: AYAOQIANG, Jago, Duronic, Celexon, TecTake, Todeco.

Prezzo

Il prezzo di uno schermo per la proiezione varia in base al modello e alle caratteristiche tecniche. I modelli più basici partono da un minimo di 50 euro mentre i più tecnologici possono arrivare fino a 200 euro.

Come posizionare il telo per proiettore

Una volta analizzate tutte le caratteristiche tecniche per decidere quale schermo per proiettore acquistare, vediamo come usarlo. Prima di tutto dobbiamo capire dove posizionarlo. È importante che il telo sia più in alto dal pavimento e più in basso del soffitto di almeno 1 metro. In questo modo, lo sguardo sarà rivolto verso l'alto senza stancare gli occhi. La posizione dello schermo, poi, dipende anche da dove sono collocati i tuoi diffusori del suono. Altro aspetto da tenere in considerazione per il posizionamento è che la superficie dello schermo deve essere almeno il doppio rispetto alla distanza tra il telo e chi guarda.

Tensionamento

Avere un telo ben teso è molto importante per sfruttare al meglio le sue potenzialità. In caso contrario, non vi sarebbe alcuna differenza tra uno schermo e una semplice parete bianca. Ma come ben saprete il risultato della proiezioni su queste due differenti superficie è molto diverso. Le pareti, in genere, non sono totalmente lisce e, soprattutto, non assorbono i suoni né la luminosità delle immagini quando basta. Affinché il telo sia ben teso potete provare a stirarlo per eliminare le eventuali pieghe che distorcerebbero le immagini. Se questo non basta, optate per dei ganci con dei pesi da appendere alla base del telo e fissare al muro con dei chiodi.