Qual'è la migliore power bank o caricabatterie portatile? Se vi state facendo questa domanda, allora anche voi siete tra quegli utenti che considerano questi accessori praticamente indispensabili per ricaricare smartphone quando siete fuori casa o in vacanza, portando una batteria aggiuntiva con voi, leggera ed economica.

Se siete in procinto di acquistare uno dei tanti caricabatterie portatili in commercio, è vi state chiedendo quale sia la migliore power bank, è perché vi siete resi conto che, così come ormai qualsiasi gadget in commercio, su Amazon e sui principali eCommerce i modelli in vendita sono talmente tanti che la scelta è davvero difficile. Per questo abbiamo pensato di aiutarvi, spiegandovi prima di tutto quali sono i fattori da prendere in considerazione prima dell'acquisto del migliore caricabatterie portatile per le proprie esigenze, per poi procedere con una vera e propria guida all'acquisto, ordinata in base al prezzo di ognuno dei modelli selezionati.

Migliori power bank: classifica

Dopo aver messo bene in chiaro quali siano i fattori da considerare prima di acquistare un caricabatterie portatile, passiamo alla vera e propria guida all'acquisto. A seguire, troverete una nostra scelta tra le migliori power bank, ordinate per fascia di prezzo. In questo modo avrete la possibilità di acquistare il modello più adatto alle vostre esigenze su Amazon, o su altri eCommerce, senza spendere cifre esorbitanti e risparmiando anche qualche euro.

Vancely Power Bank: la più piccola in commercio

migliori powerbank

La peculiarità principale della Vancely Power Bank è relativa alle sue dimensioni: si tratta della powerbank più piccola in commercio, in grado di garantire una capienza di 10000 mAh e di ricaricare finio a tre volte un iPhone X. Utilizza una batteria agli ioni di litio di ottima qualità, che si adatta in base alla tipologia di dispositivo connesso in ricarica. Sono presenti tre LED con i quali è possibile controllare l'energia immagazzinata e lo stato della ricarica ed integra due porte USB da 5v e 2.4 A per la ricarica veloce.

RAVPower 10000 mAh: compatto ed economico

Il RAVPower da 10.000 mAh è uno dei migliori caricabatterie portatili economico, perché a fronte di un prezzo molto accessibile, garantisce una grande capienza della batteria e – soprattutto – tantissima affidabilità. Come anticipato, la batteria integrata è da 10.000 mAh ed integra due porte USB, una da 2A e l'altra da 1,5 A. Inoltre, è in grado di ricaricarsi in maniera piuttosto veloce, grazie all'assorbimento di 2 A.

Anker Astro E1: power bank piccolo e leggero

Ancker è una delle aziende più conosciute nel mondo dei caricabatterie portatili, e il modello Astro E1 è tra le powerbank con il miglior rapporto qualità/prezzo. Si tratta di un modello molto piccolo e leggero, che supera di poco la soglia dei 15 euro e che garantisce una capienza della batteria di 6.700 mAh. Date le dimensioni molto ridotte, questa power bank integra una sola porta USB, che però ricarica piuttosto rapidamente i dispositivi connessi, grazie ai 2A d'uscita.

È possibile acquistare l'Anker Astro E1 su Amazon.

TUteah Power Bank 26800mAh: alta capacità al giusto prezzo

migliori powerbank

Dotata di due luci LED da utilizzare come torcia e caratterizzata da un design stondato che rende più semplice il trasporto, la TUteah Power Bank è una batteria portatile ad alta capienza: con i suoi 26800 mAh ai polimeri di litio può ricaricare un iPhone 11 ben 5 volte. È dotata di un sistema di protezione con il quale salvaguarda la ricarica dei dispositivi ed ha un piccolo display LCD con il quale è possibile controllare la carica residua. Integra tre porte USB tradizionali ed una quarta USB-C.

iWALK Mini Power Bank: perfetta per l'iPhone

migliori powerbank

La iWALK Mini è una powerbank studiata appositamente per gli iPhone, e il suo form-factor lo dimostra. Disponibile in tre colorazioni differenti, la capacità è da 4500 mAh ed è in grado di fornire una ricarica completa ad un iPhone X in modo molto veloce. Si connette direttamente agli smartphone di Apple, con un jack Lightning integrato, e dispone di una serie di LED con i quali è possibile controllare lo stato della carica e l'energia residua. Grande poco più di un rossetto, questa powerbank si ricarica tramite un cavo USB-C, incluso nella confezione, da collegare ad un alimentatore da parete o un computer.

Pxwaxpy Power Bank: ottima per più dispositivi

migliori powerbank

La powerbank prodotta da Pxwaxpy è un modello perfetto per chi può avere la necessità di ricaricare più dispositivi contemporaneamente. La capienza è di 26800 mAh ed è in grado di ricaricare i device ad essa connessi due volte più velocemente rispetto ad alcuni modelli in vendita. Con una porta di ingresso 5 V/2,1 A, due porte USB 5 V/2,1 A e 5 V/1 A, è un ottimo prodotto, soprattutto considerando il fattore qualità prezzo ed il suo sistema di sicurezza integrato in grado di identificare e cambiare automaticamente la corrente di carica a seconda dei diversi dispositivi in modo da proteggerli contro corrente eccessiva, surriscaldamento e sovraccarico, senza rischi per la sicurezza.

Gnceei 24000 mAh: power bank solare e capiente

La Gnceei 24.000 mAh è un caricabatterie portatile molto particolare. E lo è sostanzialmente per due fattori. Il primo è la capienza, che è di ben 24.000 mAh, e il secondo è per la presenza di una serie di piccoli pannelli solari con i quali si potrà ricaricare la power bank sfruttando la luce del sole. È una power bank perfetta per chi pratica attività outdoor, ed integra inoltre 4 porte USB e due led che è possibile utilizzare come torcia notturna.

È possibile acquistare la Gnceei 24.000 mAh su Amazon.

ADDTOP Caricabatterie Solare: il più potente e capiente tra i solari

migliore powerbank solare

L'ADDTOP Caricabatterie Solare è la migliore powerbank solare attualmente in commercio, che non solo è dotata di una batteria da 25000 mAh, ma utilizza ben 4 pannelli solari di grandi dimensioni, che rendono la ricarica solare dalle 3 alle 5 volte più veloce rispetto ai modelli tradizionali. Questa powerbank può ricaricare contemporaneamente un iPad ed un iPhone e la certificazione IPX7, lo rende resistente alla pioggia o gli schizzi d'acqua. È una powerbank molto sicura, protetta anche dagli urti che, data la sua conformazione, può essere appesa allo zaino mentre si cammina all'aperto, in modo da ricaricarsi con il sole molto velocemente. Integra inoltre 9 LED con i quali emette luce in tre diverse modalità, ed è probabilmente il modello più versatile e prestante tra quelli di cui abbiamo parlato in questa guida all'acquisto.

RAVPower AC: la migliore con una presa di corrente integrata

migliori powerbank

La RAVPower AC è una powerbank dalle grandi dimensioni e dall'enorme potenza. Integra una batteria da 2100 mAh, con la quale non solo è possibile ricaricare tutti i dispositivi tramite il cavo USB, ma che integra anche una tradizionale presa elettrica con la quale dare energia ad un gran numero di device ed in grado di erogare una potenza di ben 65 watt. È perfetta, ad esempio, per alimentare una Nintendo Switch mentre si è in viaggio, oppure i più moderni MacBook di Apple ed alcuni notebok grazie ad una porta USB da 5V e 2.4A ed una porta USB-C da 5V e 3A: porte con le quali è possibile sfruttare anche le ultime tecnologia di ricarica veloce.

Krisdonia 50000mah: ricarica anche i notebook

migliori powerbank

Data la sua incredibile capienza, la Krisdonia 50000mah è la soluzione perfetta per chiunque voglia ricaricare i propri dispositivi più e più volte. Ha 4 porte di uscita (TYPE-C, USB1, USB2, DC Output) e può caricare contemporaneamente 2 laptop e 2 telefoni, il che la rende la soluzione ideale per tutte le persone che hanno la necessità di avere alimentazione in movimento. Si tratta di un modello compatibile con tutti i tipi di laptop più diffusi e nella confezione sono inclusi 28 tipi di connettori per la maggior parte dei laptop più famosi, tra cui Apple Macbook Pro & Air. Si tratta di un modello compatibile con la ricarica veloce QuickCharge 3.0 che integra anche un piccolo display con il quale è possibile controllare la carica residua e il processo di ricarida dei device connessi.

Migliori caricabatterie portatili: come scegliere una power bank?

Prima di andare quali sono le migliori power bank in commercio, è molto importante capire bene di cosa si tratta, per poi focalizzarci sui fattori da prendere in considerazione prima di acquistarne una. Un power bank non è altro che una batteria portatile che si può utilizzare in mobilità per ricaricare il dispositivo. Praticamente tutti questi dispositivi hanno un'uscita a 5V, il che permette di ricaricare non solo gli smartphone, ma anche i tablet, le fotocamere, gli smartwatch e le action camera. Insomma, con un caricabatterie portatile potrete ricaricare qualsiasi device che sia dotato di prezzo USB.

mAh: l'unità di misura che indica il tempo di carica

Per le persone più esperte del mondo della tecnologia, il termine mAh non è di certo nuovo. Semplificando, questo simbolo rappresenta la quantità di energia elettrica che può immagazzinare una batteria al suo interno, cioè la capacità. È chiaro quindi che più alto è il valore in mAh e maggiore è la capacità della power bank, ma questo fattore generalmente influisce anche sulle dimensioni fisiche della batteria. Insomma, se si vuole acquistare una power bank piccola e leggera, si deve tenere presente anche del fattore capienza. Il nostro consiglio è quello di optare per modelli che superino almeno i 5000 mAh di capienza, anche se il vostro cellulare ha una batteria più piccola, ed il motivo è semplice: la capacità del caricabatterie indicata è infatti un valore nominale, ma l'effettiva carica erogata sarà dal 20 al 35% inferiore. Questo a causa di una generale dispersione

Power bank in aereo: è possibile portarle in volo?

La questione delle power bank in aereo, per molti anni, non è mai stata presa in considerazione. Attualmente però, sono stati introdotti dei limiti relativi proprio alla possibilità di portare in aereo un caricabatterie portatile, ed è proprio per questo che è molto importante assicurarvi che la power bank che andrete ad acquistare rispetti tali limiti, che in alcuni casi vengono imposti per l'ingresso in alcuni Paesi.

Per conoscere quali siano i limiti di capienza delle power bank ammessi in un Paese e in aereo, è necessario informarsi in base alla propria destinazione e alla propria compagnia aerea ma, qualora i valori dovessero essere indicati in Wh (watt/ora), invece che in mAh, si potranno convertire i valori grazie a questa formula:

Potenza oraria in Wh = (Capacità in mAh / 1.000) * Voltaggio di output

Il voltaggio di output lo potete trovare tra le specifiche del caricabatterie portatile.

Qual'è il prezzo giusto?

Partiamo dal presupposto che i caricabatterie portatili sono piuttosto economici, soprattutto se se ne considera la reale utilità. In termini pratici, un power bank può costare anche meno di 10 euro, oppure arrivare a sfiorare i 100 euro, per quelli più grandi e tecnologicamente avanzati.

Quindi sì, il prezzo conta, perché è influenzato da diversi fattori che devono essere scelti in base alle proprie esigenze: se si ha bisogno di una power bank per ricaricare lo smartphone mentre si cammina a piedi, ad esempio, acquistare un modello troppo capiente potrebbe essere una scelta troppo scomoda; viceversa, se si ha bisogno di ricaricare il proprio dispositivo nel corso di un lungo viaggio in aereo o in treno, allora un modello più capiente potrebbe fare al caso vostro.

Le porte sono importanti?

Si, lo sono. Perché sono proprio le porte che forniscono l'alimentazione ai dispositivi collegati. E quando si valuta una power bank, è essenziale considerare il numero di porte disponibili e la relativa intensità di erogazione. Il numero di porte è molto variabile in base ad ogni modello di caricabatterie portatile e, chiaramente, limita il numero di dispositivi che è possibile connettere contemporaneamente.

L'intensità invece, è un fattore ben più importante (che non bisogna confondere con la tensione che, abbiamo visto, è sempre di 5V) e influenza la velocità con la quale si ricaricherà un dispositivo connesso. Generalmente vengono, ormai vengono utilizzate porte da 1 A (Ampere) o da 2 A, ma non è impossibile trovare modelli con amperaggi maggiori. Inoltre, nei modelli più moderni (e costosi) di caricabatterie portatile, sono integrate altre tecnologie, come la ricarica intelligente o il supporto a Quick Charge, che permetterà di ricaricare lo smartphone in meno tempo grazie a wattaggi e voltaggi più elevati.

Serve una porta USB Type-C?

Anche questo è un fattore che varia in base alle esigenze di ognuno. Ma, considerando che quello dell'USB-C è ormai diventato uno standard utilizzato da un numero sempre crescente di dispositivi, il nostro consiglio è quello di prendere in considerazione l'acquisto di una power bank dotata di USB-C, in modo da poterne allungare la longevità nel tempo.

Esistono power bank wireless?

I caricabatterie portatili wireless, per ora, sono ancora molto rari, ma esistono ed è molto probabile che in futuro saranno più comuni e performanti di quelli tradizionali. In questi casi, per ricaricare il dispositivo, la power bank non ha bisogno di alcun cavo: basterà appoggiare il device sul caricabatterie e, tramite la ricarica ad induzione, la batteria verrebbe ricaricata. Al momento, però, sono ancora pochissimi i modelli compatibili con questo standard, e non tutti gli smartphone sono compatibili con la ricarica wireless.