migliori scanner portatili

Nonostante quello degli scanner stia diventando un mercato sempre meno richiesto, soprattutto grazie alle soluzioni all-in-one che integrano anche la possibilità di scansione i documenti, c'è una particolare tipologia di scanner che è tutt'oggi ancora molto utilizzata dalle persone che lavorano spesso in mobilità, oppure che hanno poco spazio per una multifunzione o per uno scanner tradizionale: quello degli scanner portatili.

Nel mercato si trovano diversi tipi di scanner portatili, particolari scanner che possono funzionare anche senza il computer, che si passano sul foglio e salvano su una microSD (o sul cellulare) l'immagine creata dalla scansione. Scansione che, tra l'altro, può essere salvata sia nel formato JPG che nel formato PDF e che successivamente si può inviare tramite email oppure salvare su un computer tramite il trasferimento wireless o la microSD.

Ma come in ogni settore tecnologico, i fattori da tenere in considerazione per acquistare il migliore scanner portatile per le proprie esigenze sono parecchi, per questo abbiamo pensato di venirvi in aiuto nella scelta, elencandovi prima di tutto le caratteristiche tecniche da considerare, per poi passare alla vera e propria guida all'acquisto, nella quale vi parleremo dei migliori scanner portatili che, a nostro parere, offrono il milglior rapporto qualità/prezzo.

Come scegliere uno scanner portatile

Il formato dei fogli supportati, la presenza del WiFi o di un display, la risoluzione o la velocità di scansione sono solo alcune delle caratteristiche tecniche da valutare prima dell'acquisto del miglior scanner portatile per le proprie esigenze.

Quanti tipi di scanner portatile esistono?

Nonostante il principio di funzionamento sia praticamente identico, nel mercato esistono sostanzialmente tre tipologie di scanner portatile. Gli scanner fotografici portatili sono strutturati in modo da permettere la scansione delle fotografie stampate e delle diapositive. Gli scanner flatbed invece, hanno il classico vassoio coperto da un coperchio, tra i quali si devono appoggiare i documenti per la scansione. Infine, gli scanner scheetfeed sono caratterizzati da un design e una struttura molto più snella, e richiedono l'inserimento dei fogli in una sorta di "carrello", che andrà a tirare automaticamente il documento per poi effettuarne la scansione.

La risoluzione e la velocità sono importanti?

Lo sono, ma dipende molto dal tipo di utilizzo che si deve fare dello scanner portatile. Molti scanner permettono di scegliere tra 300 DPI, 600 DPI, e 1200 DPI. Cifre che non fanno altro che rappresentare la densità di pixel per pollice di una scansione, ossia la risoluzione. Per un documento standard, la risoluzione più adatta è quella di 600 DPI, mentre per una fotografia è consigliato effettuare scansioni a 1200 DPI.

Anche la velocità è molto importante. Prima di acquistare il miglior scanner per le proprie esigenze è quindi essenziale valutare bene il numero di pagine al minuto riesce a scansionare il dispositivo.

Che tipi di formati di fogli deve supportare?

Sostanzialmente, il formato più importante da dover essere supportato è quello A4. Ed è proprio il formato A4 quello più diffuso anche negli scanner portatili. Alcuni modelli supportano anche i fogli più grandi, quelli in formato A3, ma sono molto più costosi e ingombranti. Insomma, anche nel caso dei formati supportati, la scelta dipende molto dalle proprie esigenze, ma ci sentiamo di consigliarvi di non scendere mai al di sotto dell'A4.

Batteria e schede di memoria

Negli scanner portatili è importante considerare due fattori: la capienza della batteria integrata e la tipologia di archiviazione supportata. Alcuni scanner portatili inoltre, non integrano la batteria e si alimentano direttamente tramite la connessione tramite cavo USB, altri invece hanno la stessa batteria dei cellulari, altri ancora infine utilizzano le batterie AA per funzionare (ossia, le normali batterie stilo).

Per il salvataggio delle scansioni generalmente si utilizzano le microSD, che possono chiaramente essere acquistate con diverse capacità di memoria. Per uno scanner portatile potrebbe bastare anche una microSD da 16 GB ma, se si vuole andare sul sicuro, si potrebbe pensare di acquistare una microSD da 32 GB.

Il WiFi è importante?

Non è importante, ma è molto comodo. Alcuni dei modelli più avanzati di scanner WiFi integrano la possibilità di connettersi alle reti WiFi per trasferire le scansioni al computer o allo smartphone senza fili. Si tratta di una funzionalità da prendere in considerazione se si ha la necessità di trasferire molto velocemente i file.

A che servono l'ADF e il fronte/retro

Per il fronte/retro c'è poco da dire: è la funzione che permette agli scanner di effettuare scansioni automatiche di entrambe le facciate delle pagine. Molto più interessante è l'ADF (Automatic Document Feed), che è un componente che permette allo scanner di caricare in maniera del tutto autonoma i fogli, prima di effettuare le scansioni.

È importante la presenza di un display

Sostanzialmente il display, presente in alcuni modelli di scanner portatile, serve a garantire un controllo più completo delle funzionalità del dispositivo e, soprattutto, a controllare la quantità di memoria disponibile nella microSD che si sta utilizzando. Tramite il display è inoltre possibile modificare la risoluzione di scansione.

Miglior scanner portatile economico (a meno di 50 euro)

Una volta chiari i fattori da considerare, passiamo alla vera e propria guida all'acquisto. Inizieremo con i dispositivi più interessanti della fascia bassa, dispositivi che nonostante siano molto economici garantiscono un ottimo rapporto qualità prezzo.

Scanner portatile iScan

migliori scanner portatili

Lo scanner portatile iScan è uno dei dispositivi più interessanti, soprattuto grazie al suo prezzo molto interessante. Supporta fogli fino al formato A4, effettua scansioni sia in JPG che in PDF ed è in grado di memorizzare le scansioni su microSD fino a 32GB. La risoluzione massima è di 900 DPI, ma tramite il display integrato è possibile scegliere anche 600 DPI e 300 DPI. Si collega al PC tramite cavo USB ed è alimentato da due batterie AA.

Scanner portatile AOLECA

migliori scanner portatili

Costa meno di 50 euro ed è un ottimo scanner portatile. Quello di Aoleca supporta fogli fino al formato massimo A4 ed è in grado di scansionare anche gli scontrini. Le risoluzioni supportate sono 900 DPI, 600 DPI e 300 DPI, supporta microSD fino a 32 GB e dispone di un led che avvisa l'utente se sta passando lo scanner troppo velocemente sul documento. Tutte le funzioni sono controllabili tramite il display LCD integrato ed è alimentato da due batterie AA.

I migliori scanner portatili di fascia media (a meno di 150 euro)

Continuiamo la nostra rassegna sui migliori scanner portatili passando a quelli di fascia media. Si tratta di una fascia di prezzo molto interessante, perché permette di acquistare dispositivi dotati di ottime funzionalità e qualità, venduti ad un prezzo non troppo eccessivo.

Brother DS620

migliori scanner portatili

Lo scanner portatile Brother DS620 è il modello più economico del celebre marchio. Ma nonostante il prezzo piuttosto accessibile, porta con se gran parte delle migliori tecnologie dell'azienda. È uno scanner di tipo sheetfeed in grado di effettuare scansioni alla velocità di 7.5 pagine al minuto, con una risoluzione massima di 600 DPI e compatibile con i formati PDF, BMP, PNG, JPEG, TIFF e GIF. Supporta inoltre il fronte/retro automatico ed è compatibile con fogli A4, ma anche biglietti da visita e scontrini.

Canon P 208 II

migliori scanner portatili

Il Canon P 208 II è un altro scanner di tipo sheedfeed molto interessante. Supporta il fronte/retro automatico con una velocità di 16 ipm in bianco e nero e 12 ipm a colori e può caricare automaticamente fino a 10 fogli in formato A4. La risoluzione massima è di 600 DPI, sia in modalità a colori che in bianco e nero, e si alimenta tramite il cavo USB.

I migliori scanner portatili di fascia alta (oltre i 150 euro)

Arriviamo infine alla fascia alta, nella quale è possibile trovare degli scanner portatili molto avanzati, dotati delle migliori tecnologie attualmente disponibili. Ma le tecnologie, si sa, si fanno pagare.

Brother DS920DW

migliori scanner portatili

Il Brother DS920DW è il migliore scanner portatile prodotto dal celebre marchio. Può funzionare sia collegato direttamente al computer, che tramite la batteria ricaricabile integrata, si connette al WiFi e può memorizzare le scansioni anche su una scheda microSD. I formati compatibili sono JPEG, TIFF, PDF (standard oppure OCR), BMP, GIF e PNG ed è in grado di scansionare fino a 7.5 pagine al minuto, sia in bianco e nero che a colori. Il tutto, inoltre, è controllabile tramite un piccolo display integrato.

Canon P-215 II

migliori scanner portatili

Il Canon P-215 II è uno scanner portatile di tipo sheetfeed estremamente interessante e professionale. Integra un ADF che è in grado di supportare fino a 20 fogli in formato A4, che scansiona alla risoluzione massima di 600 DPI. Inoltre supporta il fronte/retro automatico ed ha una velocità di scansione di ben 30 ipm. L'alimentazione avviene tramite cavo USB e, forse, l'unico compromesso potrebbe rappresentare dal peso di 1 Kg: non è tantissimo per uno scanner portatile che dispone di un ADF, ma è comunque superiore di qualche grammo rispetto agli altri modelli trattati in precedenza.