Il sud Italia continua a farsi sempre più hi tech: dopo l'apertura a Napoli della Apple Developer Academy, nel 2016, e dopo l'inaugurazione della Cisco Networking Academy avvenuta più recentemente, la capitale partenopea è appena diventata protagonista di una nuova operazione ad alto tasso di innovazione, questa volta a firma dell'italiana TIM. L'operatore tricolore ha infatti tagliato in queste ore il nastro a una nuova sede del suo hub dedicato alle startup TIM Working Capital Accelerator, già attivo nelle città di Milano, Bologna, Roma e Catania.

La sede scelta da TIM per l'apertura della nuova sede è la stessa scelta a loro tempo dai due colossi statunitensi, ovvero il polo universitario di San Giovanni a Teduccio, mentre partner del progetto è proprio Cisco Italia — che ancora una volta dopo il progetto avviato nel 2018 mostra di credere nello sviluppo della zona come centro di innovazione per l'intero Sud Italia. Al fulcro dell'iniziativa messa in piedi dalle due aziende ci sarà l'Innovation Hub, un incubatore e crocevia d'innovazione che avrà due scopi principali: da una parte quello di far crescere progetti e startup negli ambiti di Industry 4.0, Cyber Security, Smart City e Multi Cloud; dall'altra quello di rafforzare la sinergia del settore industriale con il mondo accademico.

Accesa la prima cella 5G indoor

Non a caso l'inaugurazione è avvenuta contestualmente all'accensione, a Napoli, della prima cella 5G indoor: la tecnologia cellulare di nuova generazione sarà infatti al centro degli sforzi di sviluppo delle startup e che sarà messa a disposizione dei suoi inquilini dall'Hub. L'intera struttura sviluppata da TIM e Cisco fornirà ad aziende e studenti connettività e risorse tecnologiche che potranno essere sfruttate per progettare e mettere alla prova prodotti e servizi del futuro.