15 Luglio 2014
15:34

Nasce il Digital Risk Officer, il Rischio d’impresa diventa sempre più digitale

Secondo un recente sondaggio di Gartner, “CEO and Senior Executive Survey”, entro il 2015 più della metà delle aziende avrà un “senior digital leader”. Ed entro il 2017, un terzo di esse avrà al suo interno un Digital Risk Officer, per meglio affrontare i rischi dell’impresa in un contesto sempre più digitale.
A cura di Francesco Russo

Secondo un recente sondaggio di Gartner, "CEO and Senior Executive Survey", entro il 2015 più della metà delle aziende avrà una figura all'interno delle proprie organizzazioni che ricoprirà il ruolo di "senior digital leader", una figura dunque che avrà compiti di gestione "digitale" dell'azienda avanzati. Un'indicazione importante questa rilevata che ci dà il polso di come e quanto le aziende ormai guardano al "digitale" sempre con crescente consapevolezza. E il sondaggio dice anche che entro il 2017 un terzo delle aziende di grandi dimensioni saranno impegnati a realizzare modelli di business digitali che prevederanno anche l'impiego di una figura di Digital Risk Officer.

Si va verso un futuro digitalizzato anche per quanto riguarda le aziende e questo è ormai un processo inarrestabile. Di fronte all'avanzare delle nuove tecnologie, dell'Information Technology, dell'Operation Technology, dell'Internet of Things (IoT), Internet delle Cose, dei prodotti wearable è certo anche un aumento dei rischi che questo può comportare. Ed entro il 2020 il 60% delle aziende farà registrare molti disservizi proprio perchè il reparto di IT security non è adeguato ad affrontare questa nuova tipologia di rischi. Di conseguenza, il Digital Risk Management, necessario, è nei fatti l'evoluzione dei rischi che correranno le imprese digitali.

Il Digital Risk Officer, DOR, dovrà essere dotato di un mix di senso per gli affari e una buona conoscenza tecnologica per dare i giusti consigli, fare le giuste osservazioni e dare anche il giusto indirizzo per affrontare i rischi che si troverà ad affrontare", vice Paul Proctor, vice presidente e analista di Gartner. " Molti security officers tradizionali cambieranno i propri titoli, ma senza una modifica sostanziale delle loro competenze e delle loro conoscenze e quindi non saranno in grado di portare avanti in pieno il loro lavoro".

La nuova figura del Digital Risk Officer (DRO) risponderà ad una figura superiore al di fuori dell'IT, come può essere il Chief Risk Officer, oppure il Chief Digital Officer. I quali poi tratteranno il rischio coinvolgendo le business unit digitali che lavorano col reparto legale, con il reparto che si occupa della privacy, con il digital marketing, con il settore vendite digitali. Le figure che si occupano di rischi di sicurezza aziendali evolveranno verso queste nuove figure di Digital Risk Officer, ma resta sempre da gestire il rischio fisico e quindi ci saranno delle squadre che si occuperanno di questo.

Nei fatti questa evoluzione segue l'evoluzione del business verso il digitale ed è opportuno che questa figura sia presente all'interno delle organizzazioni per meglio ottimizzare i costi e per migliorare l'efficienza dei reparti. Lo scenario che ci offre questo sondaggio è che nel prossimo futuro anche chi è alla guida di un'azienda dovrà necessariamente prendere delle decisione anche misurando i rischi che queste comportano in un contesto di business digitale esteso. Pensare di risolvere il problema dei rischi tecnologici facendoli passare come semplici problemi di IT, potrebbe inficiare la stessa efficienza aziendale, ormai lanciata verso un futuro digitale sempre più vicino.

L'innovazione digitale triplica la crescita delle imprese
L'innovazione digitale triplica la crescita delle imprese
197 di Viral Tech
Italiadecide, al paese serve una cultura digitale per crescere
Italiadecide, al paese serve una cultura digitale per crescere
Agenda Digitale, problemi per Alessandra Poggiani: non è laureata?
Agenda Digitale, problemi per Alessandra Poggiani: non è laureata?
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni