16 Giugno 2016
19:28

Nel 2020 le persone nel mondo connesse a Internet saranno più di 4 miliardi

Entro 4 anni la popolazione connessa a Internet a livello globale sarà di oltre 4 miliardi di persone, ad oggi sono 3,4 miliardi con una penetrazione al di sotto del 50%. Il Cisco Visual Networking Index prevede che il traffico dati triplicherà rispetto a quello attuale, si arriverà entro il 2020 ad un volume di traffico pari a 2,3 ZB di dati.
A cura di Francesco Russo

Entro 4 anni la popolazione connessa a Internet a livello globale sarà di oltre 4 miliardi di persone, ad oggi sono 3,4 miliardi con una penetrazione al di sotto del 50%. A fare queste previsioni è il Cisco Visual Networking Index, lo studio che la società californiana elabora misurando i dati in 5 anni, dal 2015 al 2020. Il traffico dati triplicherà rispetto a quello attuale, si arriverà entro il 2020 ad un volume di traffico pari  2,3 ZB di dati, una quantità che equivale a 12 ore di musica in streaming pro capite per ogni giorno dell'anno (1 zettabyt corrisponde a circa 180 milioni di volte le documentazioni conservate nella Biblioteca del Congresso di Washington). Si registrerà, dunque, nei prossimi 4 anni un aumento di traffico del 22% annuale, in Italia si prevede una crescita del 26%.

Aumentano le persone connesse e crescono i volumi di traffico, inevitabilmente. Il Cisco Visual Networking Index rileva che uno dei fattori che trainerà questa crescita sarà il contenuto video: i consumi aumenteranno di quattro volte, stesso valore anche in Italia, e rappresenteranno nel 2020 l'82% del traffico "consumer" (un anno fa era del 68%). Entro il 2020 si raggiungeranno tre trilioni di minuti al mese di video su Internet, vale a dire cinque milioni di anni di video al mese, o a circa un milione di minuti video ogni secondo

Lo studio di Cisco rileva anche che il traffico Internet generato dagli smartphone supererà quello dei pc: entro il 2020 il 71% del traffico IP totale sarà originato da dispositivi diversi dai pc, inclusi tablet, smartphone e televisioni. Solo gli smartphone genereranno il 30% del traffico, mentre il contributo dei pc scenderà fino al 29%. In Italia gli smartphone rappresentavano il 14% del traffico IP nel 2015 e nel 2020 toccheranno il 32%, mentre il traffico generato dai pc era del 55% mentre nel 2020 calerà al 28%.

In relazione all'Italia, il Cisco Visual Networking Index prevede che nel 2020 le persone connesse a Internet saranno più di 42 milioni con un aumento della penetrazione della rete che passerà dal 64% del 2015 al 71% del 2020.

L'aumento del traffico e delle persone connesse porta con sé anche un aumento dei rischi. Gli esperti di Cisco prevedono che aumenteranno anche i casi di attacchi e intrusioni informatiche. Gli attacchi del tipo DDoS, quelli capaci di paralizzare le reti, inondando i server e i dispositivi di rete con traffico proveniente da più fonti IP, passeranno dai 6,6 milioni nel 2015 ai 17 milioni nel 2020 e rappresenteranno il 10% del traffico Internet totale di un paese.

Chrome supera Internet Explorer: il browser di Google è il più usato al mondo
Chrome supera Internet Explorer: il browser di Google è il più usato al mondo
Apple raggiunge 1 miliardo di iPhone venduti
Apple raggiunge 1 miliardo di iPhone venduti
Facebook Messenger raggiunge il traguardo di 1 miliardo di utenti attivi
Facebook Messenger raggiunge il traguardo di 1 miliardo di utenti attivi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni