Netflix ha annunciato l'eliminazione di un grande numero di account della piattaforma che nel corso dei prossimi mesi saranno disattivati automaticamente dal servizio. Si parla di centinaia di migliaia di profili che non avranno più accesso al servizio di streaming anche se tecnicamente ancora abbonati e paganti. La decisione ovviamente non riguarda account casuali, ma quelli che per un anno o più sono stati inattivi e non utilizzati per visualizzare film o serie TV. Questi riceveranno una mail dove viene chiesto se intendono continuare a pagare l'abbonamento. In caso di mancata risposta, l'account sarà disattivato.

Ma perché questa decisione da parte di Netflix? "Non vogliamo che le persone paghino per qualcosa che non utilizzano" ha spiegato Eddy Wu, responsabile dell'innovazione del prodotto. "Quindi chiederemo a tutti quelli che non hanno guardato niente su Netflix nell'ultimo anno di confermare l'abbonamento. Faremo lo stesso per chi non ha guardato nulla negli ultimi due anni". Gli utenti inizieranno a ricevere queste email a partire da questa settimana, accompagnate probabilmente da notifiche in arrivo dall'app.

Wu ha spiegato che gli account attualmente indicati come inattivi rappresentano una percentuale risibile del totale, circa lo 0,5 percento dell'intera base di utenti abbonati di Netflix. Eppure questa percentuale è pari a un numero comunque considerevole di utenti: si parla di centinaia di migliaia di account paganti ma che non hanno utilizzato Netflix per uno o più anni. In ogni caso, anche una volta eliminati questi account avranno la possibilità di iscriversi nuovamente al servizio di streaming e accedere ai loro dati relativi a cronologia delle visioni e preferenze, che il servizio continuerà a mantenere in vista di un possibile ritorno da parte di questi utenti.