Anche in Italia Netflix torna a proporre la qualità massima delle immagini. Dopo un periodo di lockdown caratterizzato da un abbassamento del bitrate dei suoi programmi e dall'eliminazione della possibilità di guardare i contenuti video in risoluzione 4K, il colosso americano ha deciso di ripristinare completamente la qualità dello streaming anche nel nostro paese. Un ripristino a livello europeo era in realtà già iniziato a maggio, ma l'Italia era stata esclusa dal gruppo iniziale di paesi che sono tornati a guardare i contenuti video al massimo del bitrate.

Ora Netflix ha confermato direttamente il ritorno alla normalità anche per quanto riguarda l'Italia, elemento facilmente verificabile effettuando dei semplici test sui contenuti 4K HDR. Durante il periodo di lockdown – e di limitazione della qualità – i filmati potevano essere fruiti a un massimo di 7,62 Mb/s, mentre ora sembra che il sistema sia tornato alla velocità standard, pari a poco più di 15 Mb/s. In queste ore, quindi, gli utenti italiani potranno tornare a visualizzare i contenuti alla massima risoluzione, soprattutto per quanto riguarda quelli disponibili in 4K HDR, i più colpiti dalla riduzione durante il lockdown perché i più esigenti in termini di banda.

La decisione per quanto riguarda il nostro paese arriva in realtà in leggero ritardo rispetto al resto dell'Europa: Netflix si era impegnata a ridurre la qualità degli streaming per 30 giorni, stimando una riduzione del traffico sull'infrastruttura europea pari al 25 percento. Mentre nel resto dei paesi europei la risoluzione è tornata sugli standard pre lockdown a maggio, però, in Italia la limitazione è proseguita fino a luglio. Anche gli altri servizi di streaming sono peraltro tornati a offrire il normale bitrate, compresi YouTube, Prime Video e Apple TV+.