niantic pokemon go

Un nuovo finanziamento da 200 milioni di dollari ha permesso a Niantic, la società che ha creato Pokémon GO, di raggiungere il valore di 4 miliardi di dollari. Questo è quanto emerge da uno studio del Wall Street Journal. Al round di finanziamento prendono parte anche Samsung e aXiomatic Gaming, specializzata in giochi sportivi. La società continua quindi il suo percorso di crescita, lo scorso anno il valore complessivo era di circa 3 miliardi di dollari, anche dopo un certo raffreddamento verso quello che solo due anni fa divenne un grande fenomeno. Pokemon Go resta ancora negli Usa tra le 200 applicazioni più scaricate, ma non domina più la scena. Quella scena oggi occupata da un altro grande fenomeno come Fortnite della Epic Games che valeva 4 miliardi la primavera scorsa, valore arrivato ad ottobre a 15 miliardi di dollari dopo un nuovo finanziamento. Non è escluso però che anche Niantic possa intraprendere, da adesso in poi, un percorso analogo a quello della Epic Games.

Niantic, società fondata nel 2010 da John Hanke, vale oggi 4 miliardi di dollari, la società che ha lanciato nel 2016 il grande fenomeno di Pokemon GO, dopo un nuovo finanziamento di 200 milioni di dollari potrebbe rilanciarsi per emulare il grande percorso che sta compiendo la Epic Games, la casa produttrice di Fortnite, il vero fenomeno gaming del momento. Nonostante l'attenzione verso Pokemon GO sia calata nel corso degli ultimi due anni, Niantic comunque ha saputo mantenersi attiva con Ingress, il gioco fantascientifico, sempre su realtà aumentata come Pokemon GO, e da poco è al lavoro su un gioco basato su Harry Potter, "Harry Potter: Wizards Unite", con l'obiettivo di emulare il successo di Pokemon GO.

La società venne creata nel 2010 all'interno di Google, diventando poi autonoma nel 2015. Un anno dopo venne rilasciato quello che ancora oggi resta un grande fenomeno di gaming come Pokemon GO.