OnePlus è uno dei marchi più chiacchierati tra gli appassionati di smartphone e nel panorama Android si è conquistato un seguito di fan grazie alla realizzazione di telefoni concreti e proposti a prezzi interessanti. Ultimamente il gruppo ha però cambiato parzialmente obbiettivo, non disdegnando di competere con gadget parecchio costosi: a dimostrarlo c'è la sua attuale offerta di gadget, che parte da 399 euro per salire fino a ben 1.019 euro. Gli ultimi telefoni lanciati, OnePlus Nord, OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro, si basano tutti su un design simile, su connettività 5G e su un sistema operativo Android aggiornato all'ultima versione e condito da aggiunte utili ma poco invasive; le esperienze d'uso che offrono però sono parecchio diverse tra loro.

OnePlus Nord: in equilibrio perfetto

Con OnePlus Nord il gruppo ha puntato su un display di buona qualità, un modem 5G e un sistema fotografico difficile da trovare a questa fascia di prezzo. Lo schermo di OnePlus Nord in effetti si aggiorna fino a 90 volte al secondo rendendo l'utilizzo del telefono più fluido di quanto non risulti sulla maggior parte dei prodotti concorrenti. Il comparto fotografico è curioso ma interessante. Il sensore principale da 48 Mpixel si comporta molto bene, ma si accompagna a fotocamere ausiliarie decisamente più nella media: quella grandangolare da 8 Mpixel non offre scatti particolarmente dettagliati, mentre la macro da 2 Mpixel e il sensore di profondità da 5 Mpixel non trovano parecchi impieghi dal punto di vista pratico. Bene invece i 2 sensori frontali, che permettono di scattare selfie di gruppo che con la maggior parte degli smartphone sarebbero difficili da catturare.

Dove l'azienda ha dovuto tagliare i costi è nella scelta del processore, il modello Snapdragon 765G di Qualcomm. Il gadget non dà mai segno di rallentamenti ma nell'installazione, nell'apertura delle app e nell'elaborazione di foto, video e altre quantità di dati può impiegare qualche frazione di secondo in più degli avversari dotati dei processori più evoluti. Il compromesso trovato dagli ingegneri OnePlus però è valido: il dispositivo si propone a un prezzo estremamente allettante con caratteristiche che altri gadget non riescono a vantare.

OnePlus 8: la velocità innanzitutto

La serie OnePlus 8 vanta un design ormai estremamente raffinato, con un display incurvato sui bordi laterali che si rivela utile nell'accompagnare le gesture di Android pur non rovinando l'esperienza di visione. La fotocamera frontale è una sola, posizionata in un foro sull'angolo in alto a destra del dispositivo dove risulta praticamente invisibile. Tra gli aspetti più interessanti del dispositivo c'è però la velocità: OnePlus 8 è infatti spinto dal potente processore Snapdragon 865: la velocità di esecuzione delle app su questo telefono non lascia e non lascerà a desiderare per anni. Dove OnePlus 8 delude leggermente è nel comparto fotografico: il sensore principale infatti scatta foto dettagliate e a tratti spettacolari, ma non arriva al livello delle immagini prodotte dai telefoni più blasonati; la qualità dell'obbiettivo grandangolare, pur non essendo da scartare, cala rispetto a quella del sensore principale; soprattutto però sul telefono non esiste un obbiettivo dedicato allo zoom, ma soltanto una unità da appena 2 Mpixel per le fotografie in modalità macro. Lo smartphone insomma rappresenta una occasione ghiotta per chiunque voglia un prodotto inverosimilmente potente e veloce, con un display in grado di sorprendere e un sistema fotografico che nonostante le lacune si rivela apprezzabile.

OnePlus 8 Pro: schermo al top e fotocamera valida

Il modello più evoluto tra i due proposti questa primavera è un prodotto estremamente valido ma non privo di contraddizioni. Sia in mano che in tasca, le maggiori dimensioni rispetto agli altri due gadget in effetti si fanno sentire. Al maggiore ingombro sopperiscono un display dalla diagonale, dalla risoluzione e dalla frequenza di aggiornamento maggiori (fino a 120 Hz), che lo rendono tra i migliori schermi attualmente in circolazione su uno smartphone. Altri aspetti sarebbe stato interessante vederli su OnePlus 8 e Nord, ma sono presenti solamente in questo modello: in particolare si tratta della ricarica wireless (che funziona anche all'inverso) e l'impermeabilità all'acqua. Lato fotografico, il modello Pro è una spanna sopra a OnePlus 8. Il sensore principale da 48 Mpixel è di ultima generazione e cattura immagini visibilmente migliori in condizioni di luce incerta; quello grandangolare, anch'esso da 48 Mpixel, offre un livello di dettaglio marcatamente maggiore, mentre il teleobbiettivo da 8 Mpixel sugli altri due gadget non ha neppure un corrispettivo. Il trittico lavora quasi al livello dei migliori Android sul mercato ma si accompagna a un quarto sensore cromatico che oltre a non avere molto senso di esistere (permette semplicemente di catturare foto e video con colori filtrati) contribuisce a innalzare il prezzo di un gadget che non è per niente economico.