In seguito all'introduzione di autovelox e limiti di velocità, la famosa app di navigazione di Google è pronta a rilasciare anche l'inevitabile elemento successivo: i semafori. L'azienda di Mountain View sta infatti procedendo con il rilascio di una nuova funzione che consentirà di osservare i punti in cui sono presenti i semafori direttamente all'interno di Google Maps. Per il momento la funzione è in fase di rilascio per gli smartphone che supportano il sistema operativo Android: se avete iPhone dovrete aspettare ancora qualche tempo prima di poter usare questa novità.

La nuova funzione permetterà di osservare i punti in cui sono presenti i semafori mostrando sulla mappa delle piccole icone che ne indicheranno la presenza. Ovviamente non indicheranno quale delle tre luci è accesa, ma la loro presenza sulla mappa può fornire agli utenti un'idea più chiara su quale strada scegliere in fase di pianificazione di un percorso. Attualmente la funzione è in fase di rilascio su Android, quindi non tutti potrebbero vederla subito. Se siete tra i fortunati potrete osservare già da oggi i semafori sulla mappa, altrimenti dovrete attendere ancora qualche giorno.

Per poter accedere alla novità, comunque, dovrete tenere aggiornata l'app: per assicurarvi di accedere ai semafori su Google Maps dovrete possedere l'applicazione aggiornata almeno alla versione 10.44. Non è ancora chiaro se le icone saranno presenti sulle mappe di tutto il mondo o solamente negli Stati Uniti e/o in alcuni paesi. La funzione è già presente da circa un anno nelle mappe di Apple, che durante il tragitto mostrano anche gli Stop, oltre che i semafori presenti all'interno del percorso pianificato in precedenza. In questo caso, però, la funzione è attiva negli USA ma non in Italia, elemento che potrebbe caratterizzare anche la soluzione di Google.