Ci sono diverse novità in arrivo sulla fotocamera di Snapchat. Nella giornata di ieri la società che sviluppa la piattaforma di messaggistica effimera ha tenuto un summit dedicato a sviluppatori e partner della piattaforma, durante il quale ha annunciato come la sua fotocamera sia destinata a farsi ancora più rispetto grazie a una barra dedicata alle operazioni in realtà aumentata e a nuova modalità battezzata "scan", un vera vera e propria sottopiattaforma aperta a partnership con aziende esterne e sviluppatori.

La modalità sarà una delle tante a disposizione della fotocamera, ma selezionandola metterà l'obbiettivo al servizio di svariate funzioni di realtà aumentata. Grazie all'aiuto degli algoritmi concessi dall'app Photomath ad esempio, inquadrando operazioni ed espressioni matematiche, il display visualizzerà una scheda con la soluzione. Tenendo premuto il tasto di scatto quando c'è una canzone in riproduzione nella stanza, l'app capirà di quale canzone si tratta. Una partnership con Gihpy metterà poi a disposizione gif animate sempre pertinenti a ciò che si sta inquadrando, mentre in modo simile una funzione di ricerca automatica per i filtri in realtà aumentata metterà in evidenza quelli che più probabilmente verranno richiesti in base al contesto.

La realtà aumentata è al centro di un'altra delle novità più importanti annunciate, ovvero un nuovo set di strumenti dedicato agli sviluppatori, pensato per permettere loro di creare filtri in modo ancora più facile: si tratta di modelli predefiniti per mani, persone e animali che si occupano in automatico di tutte le operazioni di calcolo, lasciando agli sviluppatori soltanto il compito di occuparsi del lato creativo del filtro che hanno in mente. Ultima novità annunciata sono i Landmarkers, filtri che si attivano soltanto in presenza di monumenti ed edifici famosi in tutto il mondo, e che li portano in vita non appena vengono inquadrati con la fotocamera di Snapchat.