Soldato 76 è il secondo personaggio gay di Overwatch, il popolare videogioco di Blizzard. A confermarlo è la stessa casa di produzione all'interno di una breve storia pubblicata nelle ultime ore, una delle molte che l'azienda lancia per approfondire la psicologia e le storie dei vari personaggi che popolano il gioco. Nel racconto, Soldier 76 viene trovato ferito da un altro personaggio di Overwatch, Ana, che lo riporta al suo nascondiglio per curarlo. Qui, osservando delle vecchie foto, si scopre che il personaggio era un tempo fidanzato con un certo Vincent.

L'annuncio arriva dopo circa due anni dall'annuncio che Tracer, uno dei personaggi più iconici del gioco di Blizzard, è lesbica e ha una ragazza di nome Emily. "Jack – il nome di Soldato 76 – e Vincent erano coinvolti in una relazione romantica molti anni fa" ha poi specificato su Twitter il responsabile della sceneggiatura di Overwatch Michael Chu. "Entrambi si identificano come gay". La novità fa parte di un continuo impegno nello sviluppare le sottotrame che riguardano le vite personali dei protagonisti di uno dei videogiochi più popolari degli ultimi anni, sia attraverso filmati pubblicati sul canale YouTube che sfruttando brevi storie e fumetti.

In particolare, l'impegno nel supportare la diversità attraverso il cast in continua evoluzione di Overwatch è ormai uno dei tratti distintivi di Blizzard, che nelle forme, nelle storie e nelle nazionalità dei personaggi ha sempre cercato di mettere in risalto un grande sentimento di diversità. Eppure non tutti gli utenti hanno accolto con felicità le ultime notizie. Dopo l'uscita della storia riguardante Soldato 76, infatti, alcuni giocatori si sono lamentati apertamente sui social e una parte di essi avrebbe persino chiesto il rimborso del prezzo pagato per il videogioco.