0 CONDIVISIONI

Pagamenti online: Visa investe in Square

Visa investe nella startup di pagamenti mobili, Square che ha ottenuto 66 milioni di dollari nei primi tre mesi dell’anno e sta cercando anche di diventare “more mainstream” attraverso una nuova partnership con Apple.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Giovanna Di Troia
0 CONDIVISIONI
Immagine

Visa investe in Square, startup di pagamenti mobile che trasforma telefoni ed iPad in lettori di carte di credito, però la somma di tale investimento non è stato volutamente quantificato. Inoltre, un esecutivo di Visa diventerà anche advisory board di Square.

Keith Rabois, chief operating officer di Square, che però è stata fondata da Jack Dorsey, cofondatore di Twitter, ha dichiarato che il rapporto tra Square e Visa è stato “naturale” in quanto la prima potrebbe convertire i 27 milioni di imprese che non accettano carte di credito in clienti Visa. Inoltre, Square sta cercando di diventare “more mainstream” attraverso una nuova partnership con Apple per vendere propri dispositivi nei suoi negozi. Queste le testuali parole di Keith Rabois : “We’re empowering people to accept credit cards that historically have not”.

Ma secondo un portavoce di Visa, Ryan Donovan, “Square helps to drive acceptance of payment cards in a segment that has been historically underserved”, anche se Visa, insieme ad altre aziende come VeriFone, ha recentemente introdotto prodotti che potevano competere con Square. Visa permette transazioni  senza contanti, così le persone possono pagare senza maneggiare alcuna banconota. credito per conto di Visa a qualcun altro. È disponibile anche per iPhone e iPod Touches dal mese di maggio, ma si estende ben presto anche ad altri telefoni cellulari e computer portatili.

Square ha ottenuto 66 milioni di dollari nei primi tre mesi dell'anno e stima che per il prossimo trimestre queste cifre triplicano. Precedentemente, invece ha generato 37,7 milioni di dollari da Khosla Ventures e Sequoia Capital. Tuttavia Square deve far fronte ad un temibile concorrente quale è GoPayment.

0 CONDIVISIONI
Il New York Times online diventa a pagamento
Il New York Times online diventa a pagamento
Google Wallet: la nuova piattaforma per i pagamenti online
Google Wallet: la nuova piattaforma per i pagamenti online
Il New York Times online sperimenta il modello Murdoch: news a pagamento
Il New York Times online sperimenta il modello Murdoch: news a pagamento
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni