Una fotocamera a "tutto tondo". La Panono Ball Camera, ancora allo stato di prototipo e presentata sulla piattaforma di crowd founding Indiegogo, è riuscita già a destare la curiosità di diversi osservatori. Nella sua struttura sferica sono infatti inserite 36 piccole telecamere opportunamente protette da una struttura in gomma che, una volta lanciata in aria, le consentono di catturare immagini impensabili.

Il tutto avviene in maniera automatica e soprattutto simultaneamente quando la sfera ha raggiunto l'apice della sua traiettoria. Panono assembla così gli scatti, creando una panoramica "360×360" (come la definisce Jonas Pfeil, ideatore del prodotto) offrendo una visione a 360° dell'ambiente circostante, da inviare automaticamente via Wi-Fi a device basati su iOS ed Android tramite l'applicazione dedicata, così da vedere in tempo reale il risultato del "lancio".

Panono, come accade praticamente con ogni dispositivo di questo genere, sembrerebbe capace di produrre buoni risultati con i panorami e, chiaramente, performance meno esaltanti in ambienti chiusi e con soggetti in movimento.

3_PANONO_Panorama_Shibuya Crossing_Tokyo

Cliccando sull'immagine è possibile visualizzare lo scatto originale navigabile.

E' risaputo che le persone vogliono fotografare altre persone. Qui è possibile catturare tutto in una fotografia, e non si deve stare lì per qualche minuto a scattare tutte le immagini.

Jonas Pfeil

Se dovesse riuscire a trovare i fondi necessari per la produzione, Panono verrà commercializzata in due differenti colorazioni: verde e nera. Benché sia ancora lontana dal traguardo, abbiamo visto come idee analoghe (ne è un esempio la forse ancora più interessante di Bulbcam) abbiano spesso riscosso grande successo.