PlayStation 5, la nuova console di Sony in uscita a giorni, è sulla bocca di tutti: le prime recensioni della stampa e degli influencer che ci hanno messo le mani in anteprima sono online da poche ore, e con esse le opinioni su aspetti come il design, la potenza di calcolo e soprattutto l'impatto con i videogiochi di nuova generazione. Tra le caratteristiche della nuova console che sono state analizzate dai primi specialisti c'è però anche il risparmio energetico: PlayStation 5 infatti è pensata per consumare meno della macchina da gioco precedente quando in standby, ma anche quando è completamente spenta — o quasi.

Quanto consuma PlayStation 5 in standby e in download

La casa produttrice aveva già annunciato ormai più di un anno fa che la sua nuova console sarebbe stata più amica dell'ambiente, vantando consumi particolarmente contenuti quando non in uso. Tra le testate che si sono occupate di queste analisi c'è Eurogamer, che ha ottenuto dei valori interessanti. Mentre spegnere PlayStation 4 portandola in standby le faceva consumare ben 5 Watt, la nuova console riesce a ridurre i consumi ad appena 1,5 Watt. Questa modalità consente comunque di mantenere aggiornato il software della macchina e dei giochi installati; nel caso di avvio di un download — riporta sempre Eurogamer — il consumo si alza a 36 Watt, che sono comunque meno dei 50 Watt che fa registrare PlayStation 4 nella stessa condizione.

I consumi da spenta

I valori si abbassano invece per i giocatori che decidono di spegnere completamente la console, rendendola cioè sorda a ogni stimolo in arrivo dalla rete Internet. In questo scenario le console devono comunque rimanere ricettive nei confronti dei segnali di accensione provenienti dai controller wireless, e mantengono dunque attivi i circuiti elettrici necessari allo scopo consumando una piccola frazione di energia: per PlayStation 5 il consumo si attesta a 1,3 Watt contro gli 1,5 Watt di PlayStation 4. Dalle prove effettuate non c'è traccia però della speciale modalità preannunciata da Sony proprio quando rivelava le doti di risparmio energetico di PlayStation 5, l'anno scorso: stando alla casa giapponese, una speciale modalità avrebbe dovuto essere in grado mettere in ibernazione la console facendole consumare appena mezzo Watt — ma ad ora un valore così basso non è ancora stato fatto registrare nelle prove online. Poco male: anche con un consumo di 1,3 Watt all'ora, i consumi di una PlayStation 5 costantemente spenta arriverebbero a pesare in bolletta poco più di 2 euro all'anno.